preload
Mar 27


Si è svolto mercoledì 27 sera l’incontro internazionale di ginnastica ritmica tra Italia e Svizzera organizzato dall’Eurogymnica Torino in collaborazione con la Federazione Italiana Ginnastica. Le Farfalle Azzurre allenate da Emanuela Maccarani, reduci dal bronzo olimpico conquistato a Londra nel 2012, hanno saputo emozionare i 2.500 spettattori del PalaRuffini giunti da ogni parte del Belpaese, conquistando un successo importante. La scuola tricolore, ancora una volta, è riuscita a dimostrare tutto il suo valore imponendosi sulle elvetiche con il punteggio finale di 88,600 a 75,350. Lo score di entrambe le nazionali è ottenuto sommando le due prove delle squadre senior e le quattro prove degli esercizi individuali junior, dove l’Italia l’ha spuntata con Carmen Crescenzi.

Queste le dichiarazioni al termine della gara di Emanuela Maccarani (CT Italia): “Sono molto soddisfatta. Ho visto un ottimo spirito di sacrificio proposto da una squadra nuova supportata dalle due veterane olimpiche Pagnini e Stefanescu. Stiamo lavorando in funzione dell’apertura di un nuovo ciclo. In questi mesi abbiamo operato in maniera intensa, proficua e importante. L’obiettivo, sotto il profilo della preparazione, ritengo sia stato raggiunto. L’esperienza si creerà nel tempo; la squadra è risultata unita, incisiva e competitiva. Mi interessava vedere alcuni passaggi rischiosi e, indubbiamente, abbiamo fatto vedere cose interessanti. C’è grande voglia di riconfermarsi sui risultati, consci del fatto che c’è una grande concorrenza e che tutti si stanno preparando nel migliore dei modi per cercare di costruire qualcosa di importante. Il cammino è appena iniziato e sarà in salita, ma l’inizio è dei più confortanti. Il contributo delle nuove ginnaste è stato positivo e, solamente attraverso un duro lavoro duraturo nel tempo, si potranno raggiungere risultati significativi. Infine, ma non ultimo in ordine di importanza, è doveroso un ringraziamento per l’Eurogymnica Torino che, attraverso la collaborazione della Federazione Italiana Ginnastica, è riuscita a creare questo evento apprezzato da un PalaRuffini davvero gremito”.

Soddisfazione anche per il capitano della farfalle azzure, Marta Pagnini: “L’intesa, nonostante il gruppo sia pressoché nuovo, si è rivelata ottima. Le nuove arrivate si sono integrate nel migliore dei modi e, contro le elvetiche, sono riuscite a esprimersi bene. Insieme ad Andreea Stefanescu sono la più esperta del gruppo e, proprio per questo motivo, cerco di trasmettere un po’ di fiducia dentro e fuori dalla pedana”.

Taggato con:
Feb 03


In un Palavela ricolmo di pubblico l’Italia di Davis riesce nell’impresa: dopo 15 anni di digiuno torna nei quarti di finale di Coppa Davis grazie a una tre giorni di tennis intensa e vibrante. Niente da fare per la Croazia che pure ha rispettato in pieno il pronostico con Martin Cilic (vittorioso al quinto set nel match di apertura contro Lorenzi e implacabile nel rifilare tre set a zero ad Andreas Seppi): la vittoria sofferta tre set a uno di Seppi nel singolare contro Dodig, l’affermazione convinta di Bolelli e Fognini nel doppio di sabato e soprattutto la grande grinta di Fognini nel singolare finale di domenica contro Dodig hanno permesso di ottenere un risultato davvero storico.
Adesso l’Italia se la vedrà nei quarti di finale contro il sorprendente Canada che ha eliminato la quotata Spagna (seppur in formazione priva dei grandi talenti), arrivando per la prima volta nella sua storia oltre il primo turno.
In questi scatti le emozioni della tre giorni di grande tennis a Torino.

Disponibili le immagini della prima giornata con le partite disputate da Paolo Lorenzi e Andreas Seppi.

Taggato con:
Jan 31


Il conto alla rovescia è partito. Con la cerimonia di sorteggio, che si è svolta stamani in sala Rossa a Palazzo Civico, a Italia e Croazia non resta che incrociare le racchette da tennis e il vincitore si conquisterà un posto nei quarti di finale di Coppa Davis.
A decidere l’ordine delle partite è stato l’assessore allo Sport estraendo dall’urna la pallina gialla che ha stabilito che i primi a scendere in campo, domani alle ore 14 al Palavela, saranno il numero tredici del ranking mondiale Marin Cilic opposto al nostro Fabio Fognini, un fuoriclasse che attualmente occupa la quarataquattresima posizione nelle classifiche. La giornata si concluderà con il secondo singolare tra l’altoatesino e primo giocatore azzurro Andreas Seppi e il numero due croato Ivan Dodig.
Alla presentazione in Municipio hanno partecipato, oltre alle due formazioni, il presidente dell’International Tennis Federation Francesco Ricci Bitti che ha ringraziato le istituzioni cittadine per l’ospitalità e ricordato che la Coppa Davis è la competizione che attrae sempre un gran numero di spettatori e che ogni tennista sogna di giocare.
La giornata di sabato, con inizio alle 16, sarà dedicata al doppio e i capitani Barazzutti e Krajan hanno scelto di schierare Bolelli e Lorenzi da una parte e Metkic e Veic dall’altra. Il regolamento prevede, per quanto riguarda il doppio, che le formazioni possano essere cambiate dai rispettivi capitani un’ora prima dall’inizio del match. Domenica gli ultimi due singolari concluderanno la tre giorni di gare.
Quella giunta sotto la Mole è un’Italia senza paura e pronta a giocarsi le sue carte per continuare a dare gioia a tutti i torinesi che hanno acquistato il biglietto garantendo così agli organizzatori il tutto esaurito per l’intera manifestazione.
La voglia di ben figurare è tutta nelle parole del capitano Corrado Barazzutti: “I risultati degli ultimi tornei mi hanno confermato che siamo una squadra di grande valore e spessore. Possiamo fare molto bene, siamo in Serie A e questa è l’occasione per provare a conquistarci i quarti di finale del World Group”. I riflettori del Palavela saranno puntati su Andreas Seppi, salito al diciottesimo posto del ranking mondiale. “Siamo qui per cercare di vincere – ha detto Seppi – . Agli Australian Open ho giocato e vinto contro Cilic. Speriamo di poter ripetere lo stesso risultato anche a Torino”.

Taggato con: