preload
nov 07


Passata la piena del Po e della Dora, la situazione è sotto controllo senza i temuti straripamenti.

Nelle immagini del fotoblog il Po visto dal ponte Isabella, Borgo Medievale e dai Murazzi del Po. La Dora vista dal ponte di corso Regio Parco e da Borgo Dora con il ponte Carpanini non utilizzabile perche’ sollevato idraulicamente.

Tutti gli aggiornamenti in tempo reale dalla homepage del sito della Città a cura della Centrale Operativa del Corpo dei Vigili Urbani.

Taggato con:
ott 07


Si è celebrata ai Murazzi del Po la Festa delle Matricole Universitarie, in scena la sfida nelle acque del Po fra l’Università e il Politecnico, edizione numero 15 della Rowing Regatta, ormai parte della storia della nostra città.
La serata di festa è cominciata con con l’apertura del Mercatino Enogastronomico allestito in collaborazione con il Paniere dei Prodotti Tipici della Provincia di Torino.
Alle 21 il raduno degli equipaggi maschili in Piazza Vittorio Veneto e sfilata verso il campo di gara ai Murazzi.
Sul Po le prime sfide, prima le scuole con la Manzoni e la Keller, poi i Dragon Boat che si sono sfidati in una manche unica con giro di boa e che hanno visto in acqua gli studenti delle scuole medie superiori di Torino e Pavia (vittoria all’Itis Cardano di Pavia), poi i canoisti del K4 CUS Torino contro CUS Pavia (dove il CUS Torino ha avuto la meglio), infine le atlete di Università di Torino e Politecnico di Torino nel 4 di coppia. Hanno vinto le studentesse del Politecnico (2 manches a 0 il risultato finale).
Alle 22.30 tutti gli occhi puntati a riva dove ha preso il via la XV Rowing Regatta maschile, Università degli Studi di Torino contro Politecnico di Torino. Una sfida all’ultimo remo che quest’anno ha visto l’Università avere la meglio sul Politecnico (2 a 0 anche in questo caso, ma a favore degli umanisti che nella seconda manches hanno vinto con quasi una barca di vantaggio), portando così l’Albo d’Oro della manifestazione sul punteggio di 8 a 7 segnando così il temporaneo sorpasso degli umanisti.
La festa è proseguita con i fuochi d’artificio e le premiazioni a cui hanno partecipato le tante autorità presenti e che sono state applaudite da un grande pubblico festante.

Quattro di coppia femminile
1° Politecnico di Torino
2° Università di Torino
Rowing Regatta 8+ maschile
1° Università di Torino
2° Politecnico di Torino

[fonte: CUS Torino]

Taggato con:
giu 16


Oggi da “Giancarlo” ai Murazzi, è stato presentato dall’assessore Lubatti e da Giovanni Nigro, presidente dell Agenzia per la Mobilità Metropolitana, l’ampliamento del servizio di bus notturni “Nightbuster” e sono stati forniti i dati di utilizzo delle linee negli scorsi anni: ospite d’onore della conferenza stampa Bruno Gambarotta.
Come è noto il sistema attuale, varato nel 2008 e sottoposto a sperimentazioni e modifiche nel tempo per perfezionarlo, è composto da 10 linee che da piazza Vittorio Veneto si dipartono a raggiera verso le periferie ed alcuni comuni della cintura: la S18 per corso Maroncelli, la S4 per piazzale Caio Mario, la S5 per piazza Cattaneo, la W15 per via Brissogne, la W1 per piazza Massaia, la W60 per piazza Manno, la N10 per via Massari, la N4 per piazza Derna, la N57 per piazza Sofia e la E68 per via Cafasso a San Mauro. L’estate scorsa sono stati sperimentati con successo prolungamenti della W15 a Collegno e della W1 a Rivoli e di S4 e S18 verso Nichelino e Candiolo, ed è nata la nuova S45 verso Chieri. Tutte queste linee, per le quali sono in vigore le normali tariffe, sono gestite con bus a metano con videosorveglianza a bordo: il venerdì notte ed il sabato notte e nei prefestivi un bus ogni ora dal centro verso periferie/cintura e ritorno tra la mezzanotte e le 5. A questi si aggiunge la Star No Car 1, navetta elettrica che collega nelle notti del week end i parcheggi Fontanesi e Santo Stefano con piazza della Repubblica, con passaggi ogni 10 minuti: la Star No Car è gratuita per chi utilizza i due parcheggi.
Dal 24 giugno al 10 settembre il servizio “Nightbuster” sarà ulteriormente ampliato e prolungato verso la cintura. Questo il quadro complessivo: la linea W1 da piazza Massaua proseguirà fino a piazza Martiri della Libertà a Rivoli, la W15 dall’incrocio tra Monginevro e via Bionaz raggiungerà via Minghetti a Collegno attraversando Grugliasco, la S18 farà capolinea in via Verdi a Candiolo toccando Moncalieri e Nichelino, la S5 arriverà ad Orbassano servendo anche Beinasco e Rivalta, la W60 collegherà Torino con Venaria, la N10 arriverà a Caselle attraversando Borgaro, la N4 raggiungerà Volpiano toccando l’abitato di Leinì, la N57 raggiungerà Settimo Torinese, la E68 servirà Gassino e San Mauro e la S45 raggiungerà piazza Gialdo a Chieri transitando per Moncalieri e l’area del 45° Parallelo di via Postiglione, Trofarello e Cambiano.
Dal 28 giugno 2008 al 14 giugno 2009 i passeggeri trasportati dai bus di Nightbuster sono stati quasi 130 mila (media passeggeri per notte 1202), dal 20 giugno 2009 al 10 giugno dello scorso anno hanno di poco superato i 180 mila (media passeggeri per notte 1673) e tra il 19 giugno 2010 ed il 12 giugno scorso si è arrivati a quota 234 mila (2147 passeggeri medi per notte).

[fonte: TorinoClick]

Taggato con: