preload
Apr 18


Torino accende la passione per il libro e lettura, coniugando animazione e approfondimento culturale, aggiornamento professionale e eventi di piazza. Fino a domenica 23 aprile, Giornata Mondiale UNESCO del Libro e del Diritto d’Autore, torna Torino che legge, la settimana della lettura, con reading, incontri con l’autore, dibattiti, conferenze e iniziative, rivolti a grandi e piccini. Giunta alla terza edizione, la manifestazione coinvolge l’intera città, dal centro alle periferie, con oltre 300 appuntamenti in spazi pubblici e privati: biblioteche, librerie, scuole, musei, teatri, case del quartiere, 40 fra enti, associazioni e fondazioni, circoli, piazze, corsi, giardini e tram storico.

Torino che legge è organizzata dalla Città di Torino con le Biblioteche civiche e le Circoscrizioni e dal Forum del Libro, in collaborazione con la Fondazione per la Cultura Torino, partner Intesa Sanpaolo per il Progetto Tutta mia la città e con il contributo di Fondazione CRT.

La manifestazione coinvolge una rete ampia di soggetti pubblici e privati, fra cui la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, il Circolo dei Lettori, il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia, insieme a numerosi altri: un grande laboratorio cittadino sulla lettura, che rende evidente la forza della filiera promuovendo una visione sinergica e ampia, una leva fondamentale per rafforzare la collaborazione continuativa fra i diversi soggetti coinvolti.

Fra i numerosi ospiti della settimana letteraria, ad alternarsi nelle diverse location cittadine, Marco Malvaldi, Giuseppe Culicchia,  Margherita Oggero, Francesco Carofiglio, Bruno Gambarotta, Emiliano Poddi, Stefania Miretti, Andrej Longo, Anna Migotto, Margherita Giacobino, Raffaella Romagnolo, Zoltan Nagy.

Per ricordare anche quest’anno la tradizionale festa catalana di Sant Jordi (San Giorgio), che ha contribuito ad ispirare la scelta del 23 aprile quale giornata mondiale da dedicare al libro, si terrà l’iniziativa Sant Jordi in libreria e in biblioteca. Sabato 22 aprile le librerie aderenti posizioneranno una bancarella all’esterno e allestiranno le vetrine con libri e rose rosse, simboli della tradizionale festa catalana di Sant Jordi (San Giorgio), mentre alla Biblioteca civica Centrale (via della Cittadella 5, ang. corso Palestro), verrà donata una rosa alle signore che effettueranno un prestito di libri.

Domenica 23 aprile, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00, si festeggerà anche sul tram storico 3104 del 1948 dell’ATTS (www.atts.to.it), con un affascinante percorso lungo le vie del centro cittadino, accompagnati dalle letture de Gli Arancini di Montalbano di Andrea Camilleri e dell’antologia Lingua Madre Duemilasedici. Racconti di donne straniere in Italia, curate dagli allievi della Scuola ODS-Operatori Doppiaggio e Spettacolo. In collaborazione con ATTS Associazione Torinese Tram Storici, Biblioteche civiche torinesi e Concorso letterario nazionale Lingua Madre. Ingresso gratuito, con partenza ogni 30′ dal capolinea di Piazza Castello (lato Teatro Regio). Sempre domenica, nella suggestiva cornice del Mausoleo della Bela Rosin, in strada Castello di Mirafiori, Assemblea Teatro propone il reading Un omaggio a Manuel Antonio Pina, nell’ambito del progetto Giardino di lettura sostenuto dalla Compagnia di San Paolo, in collaborazione con il Dipartimento di Lingue dell’Università degli Studi di Torino e il Consolato del Portogallo in Italia.

Torino che legge, che ha come obiettivo anche la valorizzazione di realtà, aree e spazi particolarmente strategici nell’opera di riqualificazione delle periferie, vede ulteriormente rafforzata la presenza dei quartieri, con le manifestazioni La 5 che legge, 6 che legge, Cavoretto legge, LeggerMente, LIBERinbarriera, Libri in corso, Libri in piazza, connotate da un forte radicamento territoriale, grazie alla sinergia fra i diversi soggetti coinvolti nella filiera del libro.

Particolarmente significativa è inoltre la presenza delle scuole, grazie alla collaborazione con il MIUR-Direzione Scolastica Regionale per il Piemonte e con TorinoReteLibri. Oltre cinquanta istituti di ogni ordine e grado partecipano con iniziative e attività di lettura ad alta voce nelle classi e sul territorio, gestite direttamente dagli studenti: flashmob, letture musicate e teatralizzate, seminari, convegni per famiglie, insegnanti e cittadini.

Fra gli appuntamenti, si segnala il seminario I pubblici della lettura. Modelli di valutazione, analisi, interpretazione, giovedì 21 aprile alle ore 15.00 presso la Biblioteca Arturo Graf dell’Università degli Studi di Torino: un’occasione per approfondire le vie della promozione della lettura, i modelli di analisi e l’interpretazione dei risultati.

L’edizione 2017 si contraddistingue anche per l’attivazione del percorso formativo Strumenti e metodi per la promozione della lettura, destinato a bibliotecari, insegnanti e librai, in conclusione del quale, mercoledì 19 aprile alle ore 16.30, Giulio Cederna presenterà l’Atlante dell’infanzia a rischio, a cura di Save the Children e Treccani.

Con l’iniziativa Prendi, leggi, scopri e sorprenditi, nell’ambito del Progetto bibliotecario urbano sul Pubblico Dominio a cura del Politecnico di Torino, dell’Università degli Studi e delle Biblioteche civiche torinesi, Torino che legge riprende i temi del Pubblico Dominio e della valorizzazione del patrimonio già disponibile, mettendo a disposizione un catalogo di racconti, articoli, immagini e suggestioni sulla città, gratuitamente scaricabili attraverso QrCode da manifesti, volantini e sticker disseminati in svariati luoghi cittadini: un ulteriore accattivante invito a scoprire nuove letture.

Nella stessa settimana si svolgerà Roma che legge, manifestazione gemella nata lo scorso anno sempre su proposta del Forum del Libro, per raccogliere e rilanciare nella capitale l’efficace esempio della “rete” torinese.

INFO: BCT, tel. 011 01129847/54; Forum del Libro, tel. 011 19923177

settimanaletturatorino@gmail.com;

www.torinochelegge.it

Apr 18


Nel Foyer del Teatro Regio è stato presentato Narrazioni Jazz.
A raccontare la rassegna la Sindaca Chiara Appendino, il direttore artistico Stefano Zenni , l’assessora alla cultura Francesca Leon e il direttore del Salone Internazionale del Libro, Nicola Lagioia.
Per info sul programma: www.narrazionijazz.it

Taggato con:
Apr 12


Il lancio di centinaia di palloncini gialli, musica, cori allegri e assordanti, un “ciaooooooo” urlato da 400 voci infantili. A pochi giorni dalle festività pasquali, bambini e bambini dell’Istituto comprensivo “Vittorino da Feltre” hanno voluto portare il loro saluto di pace e speranza ai loro coetanei ricoverati presso l’Ospedale Infantile Regina Margherita.
Accompagnati dalle loro insegnanti e dal personale scolastico, i piccini, preceduti dalla Filarmonica di Moncalieri e dalla Banda di Nichelino, hanno marciato per le strade del quartiere Lingotto sin davanti al nosocomio pediatrico, dalle finestre del quale tanti bimbi ricoverati hanno seguito la festa, partecipando anch’essi al lancio dei palloncini, con appeso un messaggio di pace realizzato dai ragazzi, che l’ha conclusa.
La giornata è stata decorata dal clown Cesare Carbonari e dalle bolle di sapone della Fabbrica Di Bolle di Davide Baldassarri.
Il vicepresidente vicario del Consiglio comunale Enzo Lavolta ha rivolto a tutti i presenti il saluto della Città di Torino e della sindaca Chiara Appendino, definendo l’iniziativa dei bambini “una marcia contro le ingiustizie e le differenze, contro le guerre che affliggono l’umanità e tante vittime provocano anche tra i bambini”.
La manifestazione, un vero abbraccio di massa tra bimbi di ogni etnia, ha infatti concluso un progetto scolastico dal titolo “ProgetTIAMO la pace”. anche varie associazioni hanno sostenuto l’iniziativa, dall’Unione Genitori Italiani all’Azienda Ospedaliera OIRM-Sant’Anna, Lions Club Torino 2 e altre.

Taggato con: