preload
mag 17


Partecipazione sociale, creazione artistica, costruzione di legami di comunità, sviluppo di competenze culturali del pubblico: questi gli obiettivi del progetto europeo Caravan Next. Feed the Future.

Saving The Beauty sarà il primo grande evento che, ospitato a Torino, rappresenterà l’Italia intera. E’ stato possibile realizzare questo programma grazie ad un’innovativa collaborazione tra operatori di comunità locali, artisti italiani, europei e con il coinvolgimento di numerose organizzazioni sociali e culturali del territorio. Infatti, hanno creduto in questa iniziativa la Social Community Theatre Centre dell’Università degli Studi di Torino in collaborazione con Società Consortile OGR-CRT, Comitato S-NODI (agenzia di sviluppo per l’attivazione di territori e comunità, promossa dal progetto di Caritas Italiana “Azioni di sistema anticrisi”) e Opera Barolo.

Il tema comune è la ricerca della bellezza che c’è in ognuno, nelle storie personali e in quelle dei luoghi dove abita una comunità. Una bellezza concreta fatta di piccole e grandi cose, una bellezza da riscoprire, riconoscere e salvare per restituire dignità alle persone, sviluppare legami di reciprocità e costruire insieme un futuro di pace e di solidarietà. L’arte del teatro consente di raccontare storie, attraversare con il canto e la danza esperienze a volte dolorose e difficili, a volte esaltanti e appassionanti, rendere visibile i volti e le azioni quotidiane di chi opera con e per le comunità, costruire scenografie, fotografie e spazi da percorre con azioni corali di festa e di comunità.

Giovedì 26 maggio alle 17.30 in piazza Palazzo di Città l’evento verrà aperto dai cittadini e dagli artisti con la Parata dei fiori, Bread and flowers. Dal balcone del Municipio due bambini “sindaco”racconteranno la loro visione della bellezza e del futuro. Come simbolo della bellezza tutti i partecipanti porteranno un fiore, segno della parata e del messaggio Saving The Beauty. Nelle foto un’anticipazione di ciò che sarà la parata inaugurale del 26 maggio prossimo.

Il macro evento proseguirà sino al primo giugno. Il programma dettagliato è scaricabile dal sito www.socialcommunitytheatre.com.
Informazioni e prenotazioni: www.caravanext.eu – 320.6316745 – torino@caravanext.eu

Taggato con:
mag 12


È dedicata ai giovani e ai lettori di tutte le età la XXIX edizione del Salone internazionale del libro, kermesse tra le più importanti in Europa, termometro annuale della produzione editoriale. “Una grande fabbrica della conoscenza” l’hanno definita Giovanna Milena ed Ernesto Ferrero, rispettivamente presidente e direttore editoriale della fiera, di fronte alle autorità, in primis il Ministro per la cultura, Dario Franceschini, il sindaco e il presidente della Regione; una manifestazione che richiamerà, insieme ad autori ed editori centinaia di migliaia di persone da oggi a lunedì.

Tutte le informazioni sul sito del Salone del Libro

Taggato con:
mag 10


Prima ricognizione sulla carriera del fotografo e filmmaker Francesco Jodice.

La più ampia selezione di opere di Jodice (Napoli, 1967) mai raccolta in una singola esposizione esplora vent’anni del lavoro di questo artista eclettico il quale, proseguendo una propria investigazione dello scenario geopolitico contemporaneo e delle sue trasformazioni sociali e urbanistiche, utilizza tutti i linguaggi della contemporaneità, alternando fotografia, video e installazioni.

A cura di Francesco Zanot, Panorama,  a Camera – Centro Italiano per la Fotografia dall’11 maggio al 14 agosto, racconta la processualità che anima il lavoro e la ricerca di Francesco Jodice: gli argomenti, le motivazioni e le riflessioni dietro la sua produzione permeano tutto l’impianto della mostra, coinvolgendo lo spettatore con un allestimento che pone al centro le procedure da cui ogni opera prende vita, lasciando emergere tutto ciò che precede e informa il risultato finale. In equilibrio tra teoria e pratica, il modus operandi costituisce infatti una parte cruciale di ogni progetto di Jodice, esprimendo una serie di tensioni e significati che a volte si ritrovano nelle opere concluse, mentre altre ne caratterizzano soltanto i preliminari.

Proveniente dalla collezione di Philip e Rosella Rolla, in contemporanea a Panorama, è in esposizione Edward Weston. Il corpo e la linea. Ritratti di Edward Weston e disegni dei Minimalisti americani.

[fonte: www.inpiemonteintorino.it]

Taggato con: