preload
giu 08


Rimarrà aperto fino al 12 giugno il Salone dell’Auto nel parco del Valentino, con ingresso gratuito dalle 10 alle 24.

Le auto sono esposte lungo i viali del Valentino e ogni Casa automobilistica dispone fino a un massimo di 4 pedane per marchio con lo stesso layout per ogni brand.

41 le Case automobilistiche: Abarth, Alfa Romeo, Aston Martin, Audi, Bentley, BMW, Cadillac, Chevrolet, Corvette, Dacia, Fiat, Ferrari, Ford, Infiniti, Jaguar, Jeep, Kia, Lamborghini, Lancia, Land Rover, Lexus, Lotus, Maserati, Mazda, Mazzanti Automobili, Mercedes-Benz, MINI, Mitsubishi, Opel, Pagani, Porsche, Renault, SEAT, ŠKODA, Smart, SsangYong, Suzuki, Tesla, Toyota, Volkswagen, W Motors. Inoltre sono 12 i Centri Stile che partecipano: Cecomp, Fioravanti, IDEA Institute, IED Torino, Italdesign, Model5, Pininfarina, Politecnico Torino, Skorpion Engineering, Studio Torino, Up Design, Zagato Milano.

8 le anteprime mondiali tra Case automobilistiche e Centri Stile: la nuova Abarth 595, Mazzanti Evantra Millecavalli l’hypercar da 400 km/h, Mole Valentino, la one off su base Tesla Model S P90D, 3 coupé concept car avveniristiche come Frangivento Asfanè, Model 5 Genesi e Mole Luce, oltre E Legante ed E Voluzione, le due avveniristiche vetture di Idea Institute.

Rinasce, inoltre, il premio Car Design Award, prestigioso riconoscimento che veniva consegnato a Torino, capitale indiscussa del car design. Organizzato dalla rivista Auto&Design, il Car Design Award sarà assegnato da una giuria di giornalisti delle principali testate automobilistiche e di design internazionali e premierà tre categorie di progetto per le vetture di serie, i prototipi e showcar e la miglior evoluzione e coerenza con l’immagine di marca.

La passerella delle auto del Gran Premio Parco Valentino si svolgerà nella giornata di sabato 11 giugno e vedrà un percorso allungato di 45 chilometri, che partirà da piazza Vittorio Veneto. Qui si ritroveranno le concept car, le edizioni limitate dei grandi collezionisti e le novità commerciali delle Case automobilistiche. Dal centro città si arriverà alla Reggia di Venaria, attraversando le eleganti strade di Torino e i suggestivi tornanti della collina circostante con ritorno al Valentino.

[fonte: TorinoClick]

Taggato con:
mag 26


La Parata dei fiori, Bread end flower ha dato il via,  da piazza Palazzo di Città, al grande evento di teatro sociale e di comunità che mette la bellezza al centro “Saving the Beauty”. Una bellezza  che va ricercata nelle storie personali e in quelle dei luoghi dove abita la gente, per restituire dignità alle persone, sviluppare legami di reciprocità e costruire un nuovo mondo di pace e di solidarietà.

Si tratta del primo grande appuntamento del progetto artistico e culturale europeo “Caravan Next. Feed the Future” (www.caravanext.eu), che, fino al 1° giugno, rende protagonisti Porta Palazzo e Barriera di Milano, chi abita in quei quartieri e i luoghi del cambiamento sociale, l’Housing Giulia nel Distretto sociale dell’Opera Barolo e S/Nodi-via Baltea.

Affacciati al balcone della “casa dei cittadini torinesi”, Palazzo Civico, due bambini, Lila e Pietro, hanno vestito i panni del primo cittadino per raccontare quali sono le cose belle da salvare per il nostro futuro. Accanto a loro il sindaco ha ascoltato con attenzione.

Lila, allieva della scuola elementare Tommaseo e corista delle voci bianche del Regio, e Pietro, scolaro della scuola Pietro Micca e membro del Consiglio comunale dei ragazzi della Circoscrizione 6, hanno presentato le loro proposte. “Vorremmo salvare la felicità, la natura e il mondo” spiega la bimba, perché, aggiunge il ragazzino: “A forza di bombe lo facciamo scoppiare. Non vorremmo le macchine e i motori, ma le biciclette con sopra le persone e gli alberi”.  Pietro vuole salvare “le gite in campagna, ma senza gli zoo, l’acqua purissima che in alcuni posti del mondo manca”, mentre Lila vuole la pace, i sorrisi e la gentilezza e “Anche se è difficile, noi dobbiamo cominciare subito”.

Terminato il breve discorso, i giovani studenti, insieme al sindaco, sono scesi in piazza Palazzo di Città per dare inizio alla festa, dopo il lancio di 50 palloncini bianchi.

Il serpentone colorato si è poi diretto in via Garibaldi, ha proseguito in via della Consolata per fermarsi in via Cottolengo 26.

Programma e informazioni su Saving The Beauty www.socialcommunitytheatre.com

Per approfondire  Caravan Next www.caravanext.eu

[fonte: TorinoClick]

Taggato con:
mag 26


La XVIII tappa del Giro d’Italia è partita questa mattina alle 11.10 da Muggiò il paese che, con i suoi 23.421 abitanti, dal 2009 ha cambiato provincia passando da quella di Milano alla neo provincia di Monza e della Brianza (MB). La cittadina lombarda ha dato i natali alla schermitrice olimpionica Arianna Errigo e al velocista Giacomo Nizzolo, Maglia Rossa al Giro d’Italia 2015.
Per i primi 170 chilometri la carovana rosa ha attraversato tutta la pianura Padana nord-occidentale da Milano e ha raggiunto Torino poco prima delle 14.30, lungo strade prevalentemente rettilinee e dalla carreggiata ampia.
All’arrivo a Torino sfilano 24 corridori fuggitivi con 11 minuti di vantaggio sul gruppo.
Dopo aver attraversato tutta la città, la carovana del Giro d’Italia ha infine lasciato la città, proseguendo verso la conclusione della tappa a Pinerolo.
Gli atleti faranno ritorno a Torino domenica 29 nella tappa conclusiva del Giro.

Taggato con: