preload
Dic 16


Nel 2022 il “Re del terrore” inventato dalle sorelle Giussani compirà sessant’anni e il Museo Nazionale del Cinema di Torino ne anticipa le celebrazioni con “Diabolik alla Mole”, dal 16 dicembre 2021 al 14 febbraio 2022: una mostra-evento, un concetto visivo attorno a cui si aggregano cinema, fumetto e design, inaugurata in concomitanza con l’uscita dell’attesissimo film Diabolik dei Manetti bros. con Luca Marinelli, Miriam Leone e Valerio Mastandrea.

L’allestimento si ispira alla passione di Eva Kant per il design e per l’arte, culminata nel tentativo di Diabolik di rubare un quadro per lei, inequivocabile segno d’amore e devozione.

E compie 60 anni anche la Jaguar E-Type, la mitica auto nera di Diabolik, che viene celebrata al Museo Nazionale dell’Automobile con un allestimento dedicato.
Il Mauto, con la mostra “Colpo grosso al Museo” espone la Jaguar E-Type nera utilizzata da Diabolik nelle sue avventure, più 11 modellini che mettono in scena alcune delle più rocambolesche trasformazioni dell’auto. Prodotta dalla casa britannica dal1961 al 1975, considerata per la linea sinuosa la più bella vettura di sempre, la Jaguar E resterà al Museo Nazionale dell’Automobile fino al 6 marzo.

Il cinema non può non essere il protagonista: in esposizione quindi foto, fumetti, tavole, disegni originali e materiali di scena direttamente dal set, oltre a materiali inediti della versione diretta da Mario Bava nel 1968 e di quella mai realizzata nel 1965 da Seth Holt, con l’attore francese Jean Sorel; e poi rarità provenienti dall’archivio della casa editrice Astorina e da collezionisti privati, nonché immagini dell’Archivio Publifoto di Intesa Sanpaolo.
Le salette CineVR del Museo presentano inoltre, in anteprima mondiale, Diabolik VR Experience, un contenuto immersivo realizzato dal regista Omar Rashid sul set del film dei Manetti Bros.

Diabolik alla Mole

Colpo grosso al Museo

Nov 30


Il Premio Stella della Mole per l’Innovazione Artistica del 39° Torino Film Festival viene conferito a Monica Bellucci.

La consegna del premio all’attrice ha avuto luogo martedì 30 novembre, seguita dalla proiezione in anteprima mondiale del film The girl in the fountain diretto da Antongiulio Panizzi e interpretato da Monica Bellucci, sulla leggendaria attrice Anita Ekberg, prodotto da Dugong Films con Eagle Pictures che lo distribuirà in sala. The girl in the fountain uscirà al cinema come film evento l’1, il 2 e 3 dicembre.

“È per me una grande gioia ed emozione ricevere il Premio Stella della Mole”, dichiara Monica Bellucci. “Ringrazio il presidente e il direttore del Museo Nazionale del Cinema di Torino Enzo Ghigo e Domenico De Gaetano. Ringrazio Stefano Francia di Celle direttore del Torino Film Festival. Sono onorata che il film The girl in the fountain venga proiettato in prima mondiale a Torino, uno dei principali festival cinematografici in Italia, che apre le porte ad un nuovo tipo di cinema, attento alle innovazioni e ai giovani autori di tutto il mondo, nel rispetto della tradizione grazie alle retrospettive che offrono la visione di capolavori del passato. Vi ringrazio veramente di cuore”. 

“Il Premio Stella della Mole per l’Innovazione Artistica rappresenta tutta la storia cinematografica della nostra città, un omaggio alla tradizione vissuta nel presente con uno sguardo al futuro – sottolineano Enzo Ghigo e Domenico De Gaetano, rispettivamente presidente e direttore del Museo Nazionale del Cinema di Torino. È un simbolo prezioso, ricco di significati, che speriamo sempre più rappresenti il proseguimento del nuovo corso per il Museo e il TFF. Siamo molto felici che a riceverlo sia Monica Bellucci, artista poliedrica, star del cinema e icona globale di bellezza”.

“È un grande piacere e un onore per me poter celebrare con il Premio Stella della Mole Monica Bellucci”, dichiara Stefano Francia di Celle, direttore del Torino Film Festival. “La sua lunga carriera è e sarà costellata da intuizioni, idee e personaggi destinati alla memoria collettiva eterna. Questo premio è un riconoscimento per la sua versatilità artistica, per la disponibilità a promuovere l’opera di autori emergenti permettendo così la realizzazione di progetti poliedrici con contenuti e linguaggi nuovi, per la sua capacità di padroneggiare magnificamente una potenzialità creativa che può arricchire enormemente l’arte cinematografica”.

Maggiori informazioni sul sito del TFF – Torino Film Festival

Nov 29


Nell’ambito di MurArte, Progetto della Città di Torino, nato nel 1999 per la promozione del muralismo, della street art e dei graffiti sul territorio cittadino, nel quartiere Lingotto in via Valenza tra Via Nizza e Via Genova si è svolta la Valenza Urban Art Convention.
La performance aperta a tutti coloro che non avevano ancora avuto la possibilità di farlo ha dato alla luce nuove immagini che proponiamo nel fotoblog.

Per maggiori informazioni https://www.facebook.com/MurArteTorino/