preload
Mar 29


This video was embedded using the YouTuber plugin by Roy Tanck. Adobe Flash Player is required to view the video.

Lo stretto rapporto che lega Torino agli sport dell’acqua si consoliderà tra il 12 e il 14 maggio prossimi con i Campionati Italiani Assoluti indoor di Tuffi che si svolgeranno alla Piscina Monumentale. La Città ha già ospitato quest’evento in cinque occasioni: nel 2008, 2010 e nel triennio tra il 2012 e il 2014. Sotto la Mole si sono svolti anche gli Europei nel 2009 e 2011 e i Quattro Nazioni nel 2012 e 2015.
L’amore tra Torino e i tuffi è forte, come quello che lega la famiglia Cagnotto alla Città. Papà Giorgio è nato a Torino e nel capoluogo piemontese ha mosso primi passi della sua brillantissima storia sportiva sua figlia Tania. Proprio quest’ultima ha annunciato che chiuderà la sua carriera proprio alla Piscina Monumentale. “Anche se sono sette mesi che non mi alleno – ha sottolineato Tania Cagnotto – mi emoziono sempre tanto quando sono sul trampolino. Sono contenta di chiudere a Torino, soprattutto in un impianto che quando si riempie fa sentire forte il suo tifo”.
A fare gli onori di casa, con tanto di scambio di doni con Tania Cagnotto, è stata la Sindaca Chiara Appendino che con un velo di emozione ha ricordato di aver praticato i Tuffi e partecipato a un’edizione degli Italiani Assoluti nel 1992. In rappresentanza della FIN c’era il presidente Paolo Barelli. “In tutti gli eventi che abbiamo organizzato a Torino – ha sottolineato Barelli – abbiamo avuto un buon riscontro di pubblico. In Piemonte i praticanti e le società natatorie sono sempre tantissime. Oggi sono presenti degli atleti che hanno vinto 11 medaglie olimpiche, questo dimostra di quanto i tuffi hanno dato al nostro Paese”. L’ultima parola all’assessore allo Sport Roberto Finardi: “Sono orgoglioso che Torino possa ospitare un evento di così grande levatura. Vorrei ricordare che Giorgio Cagnotto è stato un mito della mia infanzia”.

Taggato con:
Mar 05


“Just the woman I am”, non è solo una semplice corsa, è molto di più. A partire dal sostegno che ogni iscritto dà alla ricerca universitaria sul cancro ai momenti di festa e aggregazione che già un anno fa hanno fatto sì che piazza San Carlo diventasse un’enorme onda rosa.

Taggato con:
Feb 08


Domenica 5 marzo 2017 torna Just the Woman I Am, la ‘corsa/camminata in rosa’ con partenza da piazza San Carlo, organizzata per sensibilizzare tutti sul tema della salute al femminile, che nel 2016 ha visto la partecipazione di 11mila e 600 persone ideata dal CUS Torino in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino e il Politecnico di Torino.

Giunta alla quarta edizionela corsa/camminata non competitiva è cresciuta negli annioltre 3mila partecipanti nel 2014, oltre 8mila nel 2015 e 11mila e 600 nel 2016. Obiettivo per l’edizione 2017 il traguardo di 20mila iscrizioni.

Le parole chiave di Just the Woman I Am sono formazione e ricerca universitaria, attività fisica e alimentazione.

La manifestazione, legata alla festa dell’8 marzo, è ormai riconosciuta come un’occasione per focalizzare l’attenzione sull’importanza che hanno la ricerca e la formazione nel definire percorsi di prevenzione e corretti stili di vita, nell’ambito di una giornata dedicata allo sport, all’attività fisica e all’alimentazione, l’attenzione alla salute e alla cura di sé, anche attraverso una sana alimentazione e una corretta attività sportiva, contribuiscano a sviluppare e valorizzare i propri talenti. Ma di grande importanza è anche l’azione di contrasto alla violenza sulle donne della rassegna. La Città di Torino che vanta una lunga tradizione nella lotta contro questo tipo di sopruso coordina al 2000 una rete di soggetti pubblici e privati che operano in questa direzione (http://www.irma-torino.it/it/index.php/coordinamento-cittadino-e-provinciale-contro-la-violenza-sulle-donne) il 5 marzo sarà presente alla corsa/camminata con uno stand informativo, nell’area dedicata alle associazioni per promuovere e diffondere materiale informativo sui servizi presenti sul territorio rivolti alle donne e agli uomini autori di violenza, non solo istituzionali, ma anche quelli gestiti dal privato sociale.

L’iscrizione sarà il modo concreto per testimoniare la propria attenzione alle tematiche legate al mondo della donna e della salute e potrà essere effettuata direttamente on line sul sito www.torinodonna.it, presso le segreterie CUS Torino ed i punti convenzionati, con quote d’iscrizione a partire da 15 €. Tutte le iscritte e gli iscritti riceveranno la maglietta dell’evento realizzata grazie a Joma Sport, il pettorale grazie al contributo di Acqua Valmora e la welcome bag, realizzata da Alleanza Assicurazioni.

La corsa/camminata prenderà il via alle 16.00, l’importante non sarà il risultato, ma la partecipazione. Per questo motivo non vi sarà un ordine di arrivo, ma una classifica stilata in ordine alfabetico.

Piazza San Carlo diventerà una “palestra” a cielo aperto, suddivisa in quattro aree: attività fisica, ricerca universitaria, mondo donna (area associazioni) e supporter. A partire dalle ore 10 un fitto programma animerà la giornata. Sarà possibile iscriversi fino alle 15.

Anche quest’anno, proprio per non essere considerati un numero ma una persona, entro il 19 febbraio si avrà la possibilità di personalizzare il pettorale, realizzato grazie al supporto di Acqua Valmora. A fronte di un minimo di venti iscrizioni, i team avranno la possibilità di personalizzare la maglietta con il proprio logo, senza costi aggiuntivi e a cura di Torino Donna. Una sfida nella sfida: al team più numeroso menzione sul palco e scatto dedicato. Infine anche quest’anno si avrà la possibilità di prepararsi alla corsa con WELL RUN, attraverso una serie di incontri motivazionali, collettivi che aiuteranno a raggiungere il traguardo finale. Per maggiori informazioni si può contattare wellrun@mail.com. Inoltre la prova del percorso sarà fissata per martedì 28 febbraio (aggiornamenti su www.torinodonna.it).

[Fonte: TorinoClick]

Taggato con: