preload
Mag 10


Si è da poco conclusa la seconda giornata del Salone Internazionale del Libro di Torino e già dal mattino il piazzale del Lingotto faceva presagire un grande afflusso di pubblico.
Nelle immagini del fotoblog alcuni dei protagonisti della giornata.
Allo stand della Città di Torino un vero bagno di di folla per l’incontro “Da Napoli a Torino c’è sempre Un posto al sole” con il cast di Un posto al sole e Giovanni Minoli.
Da segnalare il doppio sold out per Alessandro Barbero all’Auditorium Giovanni Agnelli.

Il programma e tutte le informazioni sul sito del Salone Internazionale del Libro di Torino

Mag 09


Mentre i padiglioni del Lingotto rapidamente si riempiono di lettori, scolaresche e curiosi e iniziano ad animarsi i primi talk  con scrittori e ospiti, all’Auditorium il taglio del nastro dà ufficialmente inizio alla trentaseiesima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, la più grande di sempre con i suoi 137mila metri quadrati tra Lingotto, Oval e Centro Congressi.

Ad anticipare il grande giorno, ieri sera, è stato lo spettacolo Castelli in aria, andato in scena all’Auditorium Rai, con le letture di David Riondino, a partire proprio dai Castelli in aria di Luciano di Samosata, accompagnato dalle canzoni interpretate da Monica Demuru insieme al pianoforte di Natalio Mangalavite.

Questa mattina, come da tradizione, la direttrice Annalena Benini ha aperto la sua prima edizione del Salone, insieme alle autorità. È anche il primo Salone senza Ernesto Ferrero, suo storico direttore per un periodo lunghissimo, scomparso l’ottobre scorso, come ha ricordato il Sindaco della Città di Torino nel suo intervento, rimarcando l’importanza della kermesse per Torino e per i torinesi. A seguire gli interventi del presidente della Regione e dei ministri all’Istruzione e alla Cultura, con l’annuncio di una grande mostra in arrivo a Torino dedicata alla figura di Piero Gobetti.

Nelle immagini del fotoblog alcuni dei protagonisti della giornata inaugurale.

Mag 02


Sale l’attesa per la Grande Partenza del Giro d’Italia, che sabato prenderà il via da Venaria Reale e che, prima di concludersi a Torino sul traguardo di corso Moncalieri, transiterà sul Colle di Superga in omaggio ai Campioni del Grande Torino, a 75 dalla tragedia che sconvolse la città e l’intero paese.

Il grande spettacolo sportivo sulle strade sarà affiancato dall’entusiasmo e dal clima di festa che coinvolgerà tutta la città, che per tre giorni sarà al centro dell’attenzione del mondo del ciclismo e dello sport italiano; il ricco programma di eventi è stato presentato oggi al Museo Egizio, che quest’anno celebra il suo bicentenario, alla presenza del Sindaco della Città di Torino, del Presidente della Regione Piemonte, della Presidente del Museo Egizio e dall’amministratore delegato di RCS Sport.

Nel suo intervento il Sindaco ha ricordato come la Città abbia deciso di accompagnare questo grande appuntamento sportivo con un ricco calendario di iniziative per i torinesi per promuovere la cultura della bicicletta, e che il 4 maggio sarà una data particolarmente importante per la città, dedicata al ricordo delle vittime di Superga cui anche il Giro quest’anno renderà omaggio.

Il cuore pulsante degli eventi sarà piazza Vittorio Veneto, dove oggi alle ore 17 verranno inaugurati GiroLand, il villaggio con gli stand degli sponsor che offrirà intrattenimento e animazione per adulti e bambini, e il Green Fun Village. I due spazi saranno aperti anche venerdì (orario 14-22) e sabato, il giorno della tappa, dalle ore 10 alle 19. Sempre oggi, giovedì 2 maggio, alle ore 20.30 al Castello del Valentino si terrà la Cerimonia di apertura e la presentazione delle squadre, con i campioni che sfileranno per il pubblico sul palco allestito davanti alla residenza reale.

Sabato sarà il giorno della Grande Partenza, con la carovana rosa che lascerà Venaria Reale alle ore 13.50 e con l’arrivo previsto a Torino, nei pressi della Gran Madre, intorno alle 17.15. Ricco il programma di eventi in piazza Vittorio Veneto, dove alle consuete attività di GiroLand si affiancherà, alle ore 13.45, la partenza della 1a tappa del Giro-E e, a seguire, il workshop con ANCI al Green Fun Village del Giro-E. Alle ore 19.30 ad Eataly si terrà inoltre il Bike Business Forum, evento in cui si parlerà di bike economy e di eccellenze italiane nel mondo.

Nella tre giorni in In piazza Vittorio Veneto non mancherà lo stand dedicato a BiciScuola, il progetto di “edutainment” per sensibilizzare i più piccoli all’utilizzo della bicicletta per uno stile di vita sano, al fairplay sportivo, a un’alimentazione equilibrata, all’educazione stradale e alle regole della nuova mobilità sostenibile. L’iniziativa gratuita coinvolge i bambini delle scuole primarie di primo grado (6-10 anni) situate nelle località attraversate dal Giro d’Italia e dal Giro-E.

L’omaggio al Grande Torino sulla Maglia Rosa
I giocatori del Grande Torino verranno ricordati anche sulla Maglia Rosa: all’interno del colletto, su uno sfondo di colore rosso granata, sarà inserita una citazione in ricordo degli “Invincibili”, con la scritta: «Grande Torino 1949 – Solo il fato li vinse».

L’omaggio del Museo Egizio alla prima Maglia Rosa del Giro 2024
Il Museo Egizio omaggerà il ciclista che per primo indosserà la Maglia Rosa di quest’anno con un oggetto in legno laccato in oro realizzato dall’artista Marco Sciascia. L’oggetto è liberamente ispirato alla collana shebyu, indossata dall’architetto Kha, intorno al 1400 a. C., il cui corredo funerario è conservato all’Egizio.

Il programma di iniziative ToRide
Continua il programma di eventi diffusi promossi dalla Città, a tema bici e ciclismo, che si allungherà in parte lungo l’estate aspettando l’arrivo di tappa del Tour de France, il 1 luglio (link il programma completo). Fino a sabato 5 maggio sotto i portici di via Po (lato sinistro) sarà ancora possibile ammirare la mostra fotografica “Torino e il Giro. Tra ricostruzione e boom economico”, mentre all’Archivio Storico della Città è allestita la mostra “Torino Universale, due secoli di grandi eventi” (ingresso gratuito), che ripercorre tutte le grandi manifestazioni, sportive e non, organizzate in città, dai Mondiali di Calcio 1990 alle Olimpiadi Invernali 2006, dalle Atp Finals alle tappe del Giro d’Italia e del Tour de France.
Continuano anche i talk ospitati nelle biblioteche civiche torinesi con ospiti giornalisti e scrittori, a tema ciclismo; venerdì 3 maggio la Civica Centrale ospita la presentazione del libro di Francesco Ceniti “Chiedimi chi era Pantani”, che ripercorre la vita dell’indimenticabile Pirata con una prospettiva e una voce inusuali, quella di un padre che racconta al figlio la storia del proprio Mito.
Spazio anche alla musica: domenica 5 maggio, al Conservatorio Giuseppe Verdi andrà in scena “Da Beethoven a Bartoli”, con brani eseguiti dall’Orchestra Giovanile della Pace, special guest il musicteller Federico Sacchi, che un inedito collegamento tra musica a suggestioni ciclistiche e sportive.

[Fonte: TorinoClick]