preload
Giu 19


Con un doppio taglio del nastro è stata inaugurata la 5ª edizione di Parco Valentino. Presenti per il taglio “tradizionale” gli Assessori della Città di Torino, Paola Pisano e Alberto Sacco e per la Regione il neo-Assessore Andrea Tronzano oltre ad Andrea Levy, presidente di Parco Valentino. In seguito un’auto a guida autonoma ha tagliare il nastro della manifestazione che proseguirà fino al 23 giugno con ingresso gratuito dalle 10 alle 24.

Quella del 2019 è un’edizione da record sia per il numero di espositori, sia per la spettacolarità degli eventi dinamici in cartellone, a partire dalle parate che si svolgeranno dalle 20 in via Roma. Si vedranno sfilare monoposto di Formula 1 nel centro città e, a seguire, supercar, prototipi e novità delle sfilate che vedranno alla guida presidenti e amministratori delegati dei brand, oltre a giornalisti e a collezionisti provenienti da tutta Italia che porteranno a Torino oltre 300 vetture da sogno.

Il motorshow torinese, che conta la presenza di 54 brand, quest’anno mette al centro la mobilitĂ  integrata, le nuove motorizzazioni, la guida autonoma e la grande passione per le quattro ruote, in tutte le sue declinazioni. La vettura a guida autonoma arriva come anteprima nazionale di un progetto del Comune di Torino che sta lavorando sui sistemi di guida in remoto grazie alla tecnologia 5G e che conferma il capoluogo piemontese quale anima dell’innovazione e della ricerca tecnologica.

“Oggi la passione e la tradizione dell’automobile, da sempre caposaldo della nostra cittĂ , incontra un nuovo traguardo grazie all’innovazione. Torino â€“  spiega l’assessora all’innovazione Paola Pisano â€“continua il suo percorso di crescita guardando alla mobilitĂ  del futuro e niente poteva essere palcoscenico migliore per la mobilitĂ  autonoma e connessa del Salone dell’auto. La mobilitĂ  intelligente sarĂ  la chiave di volta di tutte le cittĂ , un trasporto connesso, flessibile e personalizzato per tutti, con Torino come cittĂ  guida di questo cambiamento”.

Grandi collezionisti, anteprime, tanti appassionati, migliaia di turisti sono attesi a Torino per questa festa dedicata all’automobile che durerà 5 giorni e che coinvolgerà tutta la città.

Un momento importante per il Comune di Torino, afferma Alberto Sacco, assessore al Turismo e al Commercio del capoluogo: “Quello che succede con Parco Valentino è una vera a propria festa che coinvolge le varie anime della cittĂ . A partire dagli alberghi e dai negozi, che sono i primi a beneficiare delle ricadute sull’economia della cittĂ  che un evento di tali proporzioni porta. Inoltre il Comitato organizzatore si dimostra precursore dei tempi infatti, fin dalla prima edizione, è stato organizzato un focus dedicato alle mobilitĂ  green, un approfondimento che in questa edizione diventerĂ  perno dell’esposizione all’interno del Parco, con diverse case automobilistiche coinvolte e con la collaborazione anche del Politecnico di Torino, centro di eccellenza del territorio, che è partner della manifestazione e che sarĂ  anche protagonista di una dimostrazione di veicoli elettrici nel centro della città”.

Il tema della mobilitĂ  sostenibile è quindi fondamentale come testimoniato dal Focus Auto Elettriche– realizzato insieme a Enel X, la business line globale del Gruppo Enel dedicata ai servizi innovativi e alle soluzioni digitali – che sarĂ  protagonista del Motor Show torinese. Il Focus, che si svolgerĂ  dal 19 al 23 giugno, sarĂ  diviso in tre sezioni elettriche, ibride plug-in e full hybrid, in cui saranno esposte le auto che beneficeranno dell’eco bonus ministeriale. Inoltre, grazie alle stazioni di ricarica per i veicoli elettrici di Enel X, durante il fine settimana il pubblico avrĂ  la possibilitĂ  di provare su strada tutte le auto esposte nel Focus e di testare con mano quello che è il settore in cui nei prossimi anni si avranno le maggiori novitĂ  dei costruttori.

Maggiori informazioni su www.parcovalentino.com

Giu 14


Droni, acqua, luci e musica per i festeggiare il San Giovanni 2019. Su RaiNews24 la diretta dello show allestito in piazza Vittorio Veneto.
Immagini che corrono su schermi d’acqua, luci e musica ad accompagnarle, e uno spettacolo creato da Intel con 300 droni Intel® Shooting Star™ dotati di led luminosi.
Inoltre, grazie alla tecnologia 5G, anche la possibilitĂ  di godere lo show in video ad altissima qualitĂ .

Saranno quest’anno la Gran Madre di Dio e, sullo sfondo, la collina sopra Villa della Regina a fare da quinta scenica allo spettacolo che, la notte del 24 giugno, chiuderà la settimana degli eventi in programma per la tradizionale Festa di San Giovanni.
Lo show è organizzato dalla Città di Torino in collaborazione con aziende leader di settore quali Intel, Iren, TIM, Cisco, Gae Engineering, Camera di Commercio, Leonardo, Thales Alenia, Smat, Italian Tech Week, Iset, Aizoon, Ericsson, Axians, Novanext e Exprivia|Italtel.
Torino, per festeggiare il proprio Santo Patrono, continua a puntare su tradizione unita all’innovazione. E’ una scelta non solo artistica, ma strategica: posizionare il capoluogo piemontese come la città dell’innovazione di frontiera per le imprese e le realtà che vogliono testare, sviluppare e diffondere idee e progetti. Un centro urbano che genera il cambiamento insieme all’ecosistema delle imprese locali, che oggi più che mai, è concentrato sull’adozione e lo sviluppo di innovazioni tecnologiche, sostenibili economicamente e a impatto sociale.
Per l’occasione, grazie alla rete 5G di TIM, sarà anche possibile assistere ad una delle applicazioni rese disponibili da questa tecnologia: un’auto connessa e guidata da remoto.

“Quello con luci, musica, acqua e droni che andrà in scena davanti a migliaia di persone la sera di San Giovanni, sarà certo – sottolinea la sindaca Chiara Appendino – un evento ad alta spettacolarità, ma non solo questo. Lo show del 24 giugno, infatti, oltre che a far divertire gli spettatori, saprà mostrare anche quanto oggi la nostra città si stia affermando come attrezzato laboratorio di ricerca e sperimentazione in ambiente urbano di soluzioni tecnologiche all’avanguardia e ad impatto sociale. A Torino l’innovazione sta contribuendo allo sviluppo di filiere – come quella legata agli aeromobili a pilotaggio remoto, alla mobilità autonoma, alle telecomunicazioni – in settori strategici per l’economia del territorio, quali l’aerospazio e l’automotive.
La scelta di riproporre questo tipo di spettacolo e la collaborazione con aziende leader nel campo delle tecnologie innovative, rappresentano la conferma della volontà dell’Amministrazione comunale di investire e puntare proprio sull’innovazione come fattore chiave per lo sviluppo economico del territorio”.
“Ogni anno l’evento di San Giovanni punta su una tecnologia innovativa che farà da fil rouge durante tutto l’anno nell’attrarre aziende nel nostro territorio.
Quest’ anno puntiamo sulla tecnologia 5G investendo ancora di più sulla filiera di aziende, competenze e servizi che si svilupperanno grazie a questa tecnologia. Lo show sarà un mix di luci, musica, acqua e droni che faranno da cornice ad una visione della città che muta velocemente in direzioni inimmaginabili per l’uomo – spiega l’assessora all’Innovazione Paola Pisano – Comunicazione, conoscenza, trasporto e attività umane sono aumentate esponenzialmente e rese accessibili a tutti grazie alla tecnologia : ma in questa visione di abbondanza e democratizzazione dove ognuno di noi può sapere quello che vuole quando vuole e dove vuole come si sta trasformando la specie umana e la città in cui vive?
Come creeremo nuove relazioni tra le persone, come diventeranno i nostri lavori, il modo di divertirsi, di viaggiare e di vivere, saremo una specie multiplanetaria, aumenteremo la nostra capacitĂ  celebrale, la nostra memoria, la nostra vita?
E infine Quale il ruolo della nostre città e dei nostri cittadini? Saremo in grado di ispirare e guidare la trasformazione che la specie umana avrà nei prossimi 30 anni? Realtà, futuro, immaginazione e innovazione in un mix di luci colori musica e tecnologia che porteranno il cittadino nella città del futuro dove tutto è possibile”.
Effetti di luce e acqua a ritmo di musica in Piazza Vittorio. “Anche quest’anno il Gruppo Iren” – dichiara il presidente Renato Boero – “ha voluto essere fra i sostenitori di uno degli appuntamenti più importanti per la storia e le tradizioni della Città di Torino. Siamo orgogliosi di essere fra i partner di un evento tecnologicamente innovativo ed ecologicamente sostenibile, un suggestivo spettacolo luminoso, frutto di alte competenze tecniche e di eccellente creatività artistica”.
“Anche quest’anno TIM è orgogliosamente al fianco della Città di Torino nell’organizzazione di questo importante evento” – afferma Luciano Albanese,
Responsabile Sales Nord Ovest di TIM. “Mettiamo in campo alcuni dei servizi abilitati dalla nuova tecnologia 5G che stiamo implementando in molte aree urbane: dalla mobilità a guida autonoma alla fruizione dello spettacolo in diretta anche su smartphone, tv o altro dispositivo mobile, con riprese anche aeree. Sosteniamo la città non solo in questa occasione, che coniuga armonicamente tecnologia, spettacolo e musica, ma anche in molti dei progetti di innovazione che sono in corso, per fare di Torino un vero e proprio laboratorio del futuro”.
“Cisco ha annunciato la propria partnership con il Comune di Torino lo scorso 13 Febbraio ed ha aderito all’iniziativa “Torino City Lab” con l’intento di realizzare in collaborazione con il Comune e con gli altri Partner un’infrastruttura performante, innovativa e sicura in grado di veicolare le varie sperimentazioni attive, oggi e nel prossimo futuro, sulla città. In questo contesto si inserisce anche la sperimentazione 5G e tutti i servizi ad essa connessi come quelli relativi all’utilizzo dei droni. Come sempre Cisco porta anche su questo progetto non solo le proprie tecnologie e competenze ma anche quelle dei propri partner come Axians, NovaNext ed Italtel/Exprivia e le iniziative di education orientate a sviluppare gli skill necessari per governare le nuove innovazioni e le nuove tecnologie”, dichiara Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia.
Per maggiori informazioni https://sangiovanni2019.bsafe.city/

Giu 06


Oggi la sindaca Chiara Appendino, accompagnata dall’assessore Alberto Unia, ha visitato il campo allestito dal Gruppo di Protezione civile del Comune insieme alle 11 associazioni di volontariato che operano nel nostro territorio. Oggi e domani al Parco Le Vallette di viale dei Gladioli la manifestazione  â€śCon la Protezione civile per una cittĂ  resiliente” propone dimostrazioni cinofile e di utilizzo dei droni nelle emergenze, spegnimento dei fuochi, oltre a una cucina da campo che stasera preparerĂ  una cena aperta a tutti cui è possibile partecipare offrendo un contributo libero.

L’iniziativa, ha spiegato l’assessore Unia, “è la prima di un ciclo di eventi pensati per tutta la popolazione; particolare attenzione sarà rivolta ai ragazzi e alle ragazze: piccoli campi come questo saranno attrezzati nei parchi cittadini dove poter fare esperienze di vita in comune apprendendo il valore della natura e del verde urbano e elementi utili in caso di emergenze climatiche. Contiamo così di ampliare l’adesione ai valori della Protezione civile ed estendere anche il numero di volontari”.

Il programma (pdf)

Ogni giorno nel campo 50 volontari sono impegnati nelle dimostrazioni e nella gestione delle attivitĂ . Circa cento bambini e bambine delle scuole dei dintorni visiteranno il campo in ciascuno dei due giorni di attivitĂ . Hanno collaborato nell’allestimento del campo Arpa Piemonte, Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente, Iren, Amiat e Smat. Il campo attrezzato alle Vallette fa parte di una esercitazione virtuale del nucleo di Protezione civile che simula un intervento a seguito di forti piogge e di esondazione della Dora nell’area della Borgata Pellerina.