preload
Apr 17


Quattrocento veicoli elettrici di ultima generazione nella flotta dei veicoli di servizio del Gruppo Iren; altri 230 mezzi leggeri destinati alla pulizia del suolo e alla raccolta dei rifiuti che, entro il 2022, si affiancheranno ai 90 già in servizio. Un servizio interno di car pooling con 25 auto elettriche e 22 e-bike sarà disponibile nelle sedi aziendali, alimentato da 300 punti di ricarica, permetterà al Gruppo di dare il suo contributo al miglioramento della qualità dell’aria nelle città in cui ha le sue sedi.

Il Gruppo Iren punta sulla mobilità elettrica per i suoi mezzi di servizio e, con la nuova linea IrenGo, si presenta sul mercato offrendo servizi alle imprese: alberghi – con servizi di ebike e colonnine di ricarica per i clienti – imprese e associazioni di industriali con flotta aziendale, enti pubblici. Ma anche wall box presso clienti privati e infrastrutture di ricarica sul territorio. La presentazione è avvenuta oggi nel Palazzo Madama a Torino, presenti i vertici del Gruppo e la sindaca Chiara Appendino, accompagnata dall’assessore Alberto Unia.

Il legame tra Torino e la mobilità elettrica è quindi un ritorno di fiamma, se si pensa che tra il 1905 e il 1913 due fabbriche contesero il mercato al motore a combustione interna, producendo auto elettriche: la Società italiana automobili Krieger, che si serviva di un brevetto francese, e la “Dora” Società industriale italiana. Entrambe ebbero breve vita, e dovettero soccombere al dominio dei motori a benzina. Lo ha ricordato oggi il presidente del Gruppo Paolo Peveraro, ricordando gli altri asset vincenti: la produzione e la distribuzione di energia (1,7 milioni di clienti); il ciclo integrato dei rifiuti, con 2 milioni di utenti e il 60,6% di raccolta differenziata (dato nazionale 52,5%); la produzione di teleriscaldamento, di cui la società è leader in Italia con 87 milioni di metri cubi riscaldati in cinque città e 900 km di rete; la distribuzione e il controllo dell’acqua, duecento comuni serviti e 2,7 milioni di persone raggiunte, con una perdita di rete sotto il 30 percento.

“Torino crede nello sviluppo di modalità di trasporto pulite e sostenibili e si candida ad essere un laboratorio nazionale della mobilità elettrica. L’iniziativa del Gruppo Iren rafforza un percorso orientato alle ‘zero emissioni’ e la scelta di Torino quale punto di avvio dei nuovi servizi IrenGo offre un contributo strategico alla tutela dell’ambiente urbano”. Lo ha affermato oggi l’assessore all’Ambiente Alberto Unia, in margine alla presentazione a Palazzo Madama. “Il rinnovo di oltre 200 mezzi nei servizi offerti da Amiat offre un contributo strategico alla difesa della qualità dell’aria“.

[Fonte: TorinoClick]

Taggato con:
Apr 13


Si è svolta oggi, venerdì 13 aprile 2018, la cerimonia di intitolazione del Ponte Unione Europea, che collega corso Matteotti e via Cavalli, nei pressi della stazione ferroviaria di Porta Susa.

Sono intervenuti: il presidente del Consiglio Comunale di Torino Fabio Versaci, il presidente della Circoscrizione 1 Massimo Guerrini, la presidente della Circoscrizione 3 Francesca Troise, l’Assessora ai Trasporti Maria Lapietra e il dirigente della Struttura operativa Ingegneria – Direzione territoriale produzione Torino RFI Daniele Mari.

Durante la cerimonia bambine e bambini delle scuole torinesi hanno cantato l’inno nazionale e l’inno europeo, sulle musiche eseguite dalla violinista Martina Amadesi, diplomata al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino.

Disponibili le immagini dell’inaugurazione

Apr 12


Inaugurata ufficialmente La Nuvola, il quartier generale Lavazza nel quartiere Aurora, nella Circoscrizione 7.
Il complesso, racchiuso nell’isolato tra via Bologna, corso Palermo, via Ancona e via Pisa, ospita il centro direzionale della storica casa torinese produttrice di caffè. Nata nel 1895, nella sede di via San Tommaso, produce ogni anno 190 mila tonnellate di caffè. Nell’azienda, comprese le sedi presenti in 20 Paesi in tutto il mondo, lavorano complessivamente 3000 persone.
Il presidente, Alberto Lavazza, ha sottolineato come l’amore e la tradizione, nonché il legame con il territorio torinese, non abbia mai impedito di innovare. Il caffè, ha sottolineato, non è solo una bevanda, ma rappresenta un modo in cui le persone stanno insieme. Ispirandosi a questo principio, ha evidenziato come La Nuvola ispiri un ecosistema aperto al quartiere e al mondo.
Alla cerimonia di inaugurazione, nell’ampia sede storica dell’Enel, oggi definito Il Centro, dopo la ristrutturazione e la ridefinizione degli spazi operata da Lavazza, ha preso parte il presidente del Consiglio Comunale e la sindaca Chiara Appendino.
La prima cittadina ha evidenziato come una delle tante sfide sia quella di far percepire il luogo come appartenente all’intera comunità.
Nei locali della vecchia centrale Enel, oltre al Centro, è stato realizzato il museo Lavazza, un bistro ed un ristorante.
Al di sotto della struttura moderna e alla grande piazza, abbellita da una fontana e aree verdi, un parcheggio, accanto ai resti di una necropoli romana riportata alla luce.

[Fonte: CittAgorà]

Taggato con: