preload
Ago 29


Migliorare ulteriormente la vivibilità, il sistema complessivo della sicurezza urbana e la percezione di sicurezza nella cittadinanza per lo sviluppo di forme sempre più rafforzate di coesione sociale.

E’ questo in sintesi l’obiettivo del Patto per la sicurezza urbana sottoscritto questa mattina tra Prefettura, Regione Piemonte e Città di Torino, nella convinzione che la sicurezza e la qualità della vita urbana siano diritti prioritari che richiedono, a fronte di problematiche complesse, l’azione congiunta e sinergica di più livelli di governo.

Questi i cardini dell’intesa: rafforzamento dei sistemi di controllo del territorio; impiego di nuove tecnologie per il controllo del territorio; implementazione dei sistemi di videosorveglianza; prevenzione e contrasto delle più diffuse forme di criminalità predatoria; prevenzione e contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti; contrasto delle criticità urbane e dei fenomeni di illegalità diffusa; rafforzamento dei meccanismi di interscambio informativo fra le Forze di Polizia statali e le Polizie Locali.

Al fine di contribuire al perseguimento delle finalità la Regione Piemonte si impegna ad effettuare a favore del Ministero dell’Interno un finanziamento pari ad 1 milione di euro finalizzato a supportare l’attività quotidiana delle Forze di Polizia territoriali. In particolare verrà predisposto un sistema di videosorveglianza all’avanguardia di lettura e rilevazione targhe che, interfacciandosi con i server del Ministero, migliorerà notevolmente la capacità di controllo del territorio delle Forze dell’Ordine e verranno inoltre garantiti ulteriori e supplementari servizi interforze ad alto impatto di controllo del territorio e di prevenzione e contrasto delle principali fattispecie criminose.

Una Cabina di Regia costituita presso la Prefettura, oltre ad individuare le specifiche iniziative da realizzare curerà il monitoraggio circa l’effettiva attuazione del Protocollo. L’Intesa ha efficacia biennale tacitamente rinnovabile e comunque fino alla completa realizzazione delle iniziative individuate dalla Cabina di Regia e riconducibili al predetto finanziamento.

All’atto della sottoscrizione del Patto, il Prefetto di Torino, Raffaele Ruberto, ha espresso la propria soddisfazione per il raggiungimento di questo importante risultato, che conferma ancora una volta la piena sinergia esistente fra tutte le Istituzioni del territorio torinese. “Desidero ringraziare la Regione Piemonte e la Città di Torino per la disponibilità e lo spirito di sincera collaborazione manifestati”, ha soggiunto il Prefetto. â€œL’obiettivo di quest’Intesa è quello di innalzare ulteriormente il livello di sicurezza, anche percepita, nell’area metropolitana di Torino e fornire pronta risposta alle legittime aspettative della cittadinanza”.

“Alla criminalità diffusa e all’insicurezza che troppi cittadini vivono nei loro quartieri si risponde con un maggior presidio del territorio. Per questo la Regione ha deciso di stanziare un milione di euro per far arrivare contingenti interforze nelle strade di Torino â€“ affermano il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore regionale alla Sicurezza Fabrizio Ricca â€“ e dar forza a un patto che, tra nuove pattuglie e nuovi sistemi di video vigilanza, possa assicurare ai torinesi maggiore serenità, strade e quartieri più sicuri”.

“Quello della sicurezza sociale e del controllo della legalità â€“ ha evidenziato il Sindaco di Torino Stefano Lo Russo â€“ Ã¨ un tema che come Città ci vede fortemente impegnati e sul quale cerchiamo di mettere in atto tutte le azioni che sono nelle nostre possibilità e prerogative. La firma di questo protocollo metterà maggiori strumenti a disposizione della polizia locale e di tutte le forze dell’ordine, contribuendo a garantire maggiore sicurezza per chi vive e lavora a Torino”.

Ago 27


Domenica 27 agosto si è conclusa la nona edizione di Todays Festival.

In apertura di giornata, al Cecchi Point, un evento speciale dedicato a tutti gli ascoltatori bambini che sono in realtà grandi dentro e a tutti gli ascoltatori grandi che dentro, in realtà, sono piccoli.
Enrico Gabrielli, musicista che nella sua ormai più che ventennale carriera, ha presentato in esclusiva a TODAYS  â€œLe Canzonine” musica per giovanissimi meno giovani come si faceva una volta, ai tempi di Sergio Endrigo, Gianni Rodari, Virgilio Savona, Vinicius De Moraes o Anne Sylvestre…
Un concerto di canzoni scritte da un papà per i propri bambini che ha coinvolto un manipolo di altri papà cantanti noti come Cosmo, Andrea Laszlo De Simone, Dario Brunori, Francesco Bianconi dei Baustelle, Colapesce e Dimartino, I Cani, Roberto Dell’Era degli Afterhours, Giovanni Truppi, Alessandro Fiori, alcuni dei quali sono stati presenti al concerto sul palco insieme a Enrico Gabrielli.

Sul palco principale del festival, allo Spazio 211, hanno aperto la serata conclusiva i Porridge Radio, gruppo tra i più vitali nella musica alternativa, passati in meno di un anno dall’essere i beniamini dell’underground DIY a diventare una delle band più elettrizzanti del Regno Unito. Lo spirito pungente, l’intensità lacerante e la potente miscela di art-rock, indie-pop e post- punk suonano come null’altro in circolazione. Sono, infatti, nella lista dei candidati per l’ambito Mercury Music Prize.

A seguire, sotto un cielo plumbeo, gli Ibibio Sound Machine. Frutto di una sinergia tra afrobeat, elettronica, synth-pop, techno, folk nigeriano, funk, rock e un briciolo di sana follia, il collettivo è uno dei più potenti ensemble dell’anno. Il loro concerto è un viaggio spazio-tempo nelle radici della cultura africana, dove il brio degli antichi tamburi, si combina con una moderna macchina poliritmica. Per la prima ed unica volta in Italia, a TOdays.

La pioggia scende sempre più fitta quando salgono sul palco i sei musicisti francesi L’Imperatrice che arrivano a Torino dopo aver suonato sui palchi più prestigiosi del mondo: electro, funk, cosmic, disco anni 70 e 80 oltre al city pop giapponese, nella loro musica troviamo i suoni dei Daft Punk e degli Air.

Le ultime note del festival sono affidate a Christine and the Queens, la nuova voce del pop rock europeo e fra i leader culturali del futuro e artista incoronata dalla stampa mondiale come “interprete di un generazione che non accetta imposizioni sulla propria identità e guarda alla musica come una disciplina artistica totale”. 

 

Ago 25


Continuano le grandi emozioni dell’estate torinese. Prende il via il Todays Festival, che da venerdì 25 a domenica 27 agosto porterà a Torino 121 artisti provenienti da 29 diversi Paesi.

A inaugurare TOdays è il duo KING HANNAH formato dalla cantante e chitarrista gallese Hannah Merrick e dal chitarrista di Liverpool Craig Whittle. Una freschezza che sconfina nell’innocenza mescolando con personalità dream-pop, post-hardcore, trip-hop e lo-fi blues scuro, conturbante e lisergico, tale da alimentare un’attesa spasmodica per quello che è considerato tra i migliori esordi degli ultimi anni.

Per la prima volta in Italia sale sul palco di TOdays, Tim Harrington, il satiro barbuto e lascivo intrattenitore di folle, leader della compagine newyorchese attiva da più di un decennio LES SAVY FAV. Il gruppo è abilissimo nel sintetizzare una crasi ballabile e nervosa tra post-punk inglese e americano, in un live che è una commistione di pulsioni primarie lanciata verso la sfrenatezza.

A Torino va in scena il giusto equilibrio tra dolore e leggerezza: struggersi d’amore in Sicilia è la storia dietro al nuovo sensuale disco di WARHAUS, dove tra giovani che si innamorano e un vicino di stanza che voleva forse aggredirlo, il songwriter belga co-fondatore dei Balthazar ha scritto un intero bellissimo album in un camera d’albergo a Palermo.

E poi è la volta dei WILCO.
Partiti dalle sorgenti del roots-rock, country e folk, per approdare al rock “universale”, assemblato attraverso il songwriting eclettico ed unico, le loro storie raccontano la provincia americana più inquieta e oscura, confermandosi la piu incredibile live band in circolazione, fondamentali eredi del sound americano e fautori di un disco vincitore di ben due Grammy Awards. Definiti dal NY Times “fautori dell’ultima grande rivoluzione del genere: ciò che Bob Dylan e stato negli anni Sessanta, gli Wilco lo sono per il primo ventennio del ventunesimo secolo con personalià e innovazione”, Tweedy e soci saliranno sul palco di TOdays con canzoni che raccontano la vita di tutti noi e faranno provare qualcosa di speciale al pubblico.

Sabato 26 agosto i Verdena travolgeranno il pubblico con la loro energia, per poi lasciare la scena al duo inglese Sleaford Mods, voce ruvida e feroce della working class.

Domenica 27 agosto si esibiranno i Porridge Radio, una delle band più sorprendenti e vitali nel panorama della musica alternativa, mentre la chiusura del festival sarà affidata alle note della band Christine And The Queens, nuova voce del pop rock europeo, per la prima volta in Italia con il suo ultimo e uno spettacolo esclusivo che dai palchi principali di Coachella a Glastombury arriverà fino a Torino.