preload
Jul 11


La Città di Torino ha inaugurato questa mattina una targa in memoria di Vitaliy Dorash, operaio edile moldavo, ex capitano di Marina, morto in un incidente sul lavoro in un cantiere olimpico torinese in area Spina 3.
Arrivato dalla Moldavia nel 1999, nella Torino preolimpica del 2004 aveva infine trovato un posto da operaio edile nell’allora in costruzione Villaggio Media. Morì dopo pochi mesi di lavoro, colpito da una trave caduta da 40 metri d’altezza.
La cerimonia che ha preceduto lo scoprimento della targa – svoltasi presso il centro d’ascolto “Le due tuniche” di corso Mortara – ha visto presenti, oltre ai familiari di Vitaliy e a diversi abitanti del quartiere, le autorità cittadine rappresentate dalla consigliera Eleonora Artesio, intervenuta a nome della Città di Torino, e dal presidente della Circoscrizione 5, Marco Novello. Hanno anche preso la parola, oltre alla vedova Olga Dorash, rappresentanti della Caritas e del Comitato Dora Spina 3 (che ha promosso l’iniziativa dell’apposizione della targa a ricordo di Dorash). La targa commemorativa è stata collocata su una striscia di verde di fronte alla grande rotatoria dove confluiscono via Orvieto, corso Mortara e via Livorno, a poche decine di metri dal luogo dove avvenne il tragico incidente sul lavoro.

Ufficio stampa del Consiglio comunale

Jul 10


I bambini che frequentano il parco giochi di via Verolengo/corso Toscana da oggi potranno divertirsi usando le nuove attrezzature ludiche poste dopo la riqualificazione dell’intera area.

Grazie ai fondi messi a bilancio nel progetto AxTO (azione 1.18) quest’area della Circoscrizione 5, con una spesa pari 50 mila euro, viene restituita più bella e più funzionale ai piccoli residenti.

L’Assessore all’Ambiente, Alberto Unia sottolinea: “Grazie alla scelta di suddividere le risorse di AxTO in piccole azioni distribuite sul territorio stiamo continuando l’azione di riqualifica delle periferie”.

Rimossi i vecchi giochi in legno, ora i bimbi potranno giocare nella casetta, oscillare sui tre dondoli a molla e sull’altalena doppia scegliendo di sedersi nel cestello o sull’altra seduta con schienale. I pomeriggi d’estate saranno sicuramente più allietanti  salendo sul ponticello o sulla giostrina e scendendo dal nuovo scivolo.

Tutte le attrezzature ludiche sono state posizionate dopo una serie di lavori atti ad accogliere in sicurezza i giochi come, ad esempio, la rimozione della vecchia pavimentazione in gomma antitrauma e la rifinitura della nuova,  l’allargamento della superficie assorbente intorno ad ogni albero, la posa di nuovi cordoli e di un tappeto erboso, il piantamento di cespugli da fiore (ortensie in varietà), la riparazione dei cancelletti di accesso e delle panchine e, infine, la posa di un cartello segnaletico dedicato.

[Fonte: TorinoClick]

Jul 06


“Manuela ha sfruttato nella sua breve vita ogni occasione per lasciare un segno tangibile della sua esistenza. In un mondo che tende all’egocentrismo, all’individualismo alla discriminazione, lo ha fatto non per se stessa ma per fare qualcosa di buono per gli altri”.
Con queste parole, il consigliere Marco Chessa è intervenuto questa mattina, in rappresentanza della Città, alla cerimonia di scoprimento di una targa, presso i giardini reali inferiori, in ricordo di Manuela Papaveri, psicologa, terapeuta ma definita da tutti benefattrice.
Scomparsa nel 2010 a soli 33 anni, si è dedicata alla difesa dei più deboli ed in particolare delle persone con disabilità.

Attraverso l’associazione Area Onlus ha sviluppato, come psicologa, progetti patrocinati dalla Città, mentre grazie anche al contributo della Fondazione CRT, ha dato vita a Di.To., Disabilità a Torino, dedicato alle famiglie con bambini disabili di età compresa tra zero e quattordici anni.
La sua attività, svolta anche come volontaria all’interno delle associazioni Paideia ed Egò, è stata ricordata dall’amico Emanuele Migliore e da Giovanna Recchi, presidente dell’associazione Area Onlus. Alla cerimonia era presente anche il papà di Manuela, Giuseppe Papaveri.
Prima dello scoprimento della targa, ha portato il saluto della Circoscrizione 1 il vice presidente Francesco Martinez.

Ufficio stampa Consiglio Comunale