preload
Aug 27


Da venerdì 25 a domenica 27 agosto 2017 si è svolta la terza edizione di Todays Festival. Sold out in prevendita tutti gli abbonamenti interi per i 3 giorni, così come tutti i biglietti giornalieri della prima giornata del festival venerdi 25 agosto, oltre ad alcuni workshop ToLab.

Due i palchi principali del festival: il grande prato verde di sPAZIO211, palcoscenico a cielo aperto ideale per raccogliere, accudire e dare ossigeno alla quintessenza della produzione musicale indipendente di prima classe su scala mondiale, e, a pochi passi, il secondo grande palco all’interno della piazza semicoperta, fulcro evocativo dell’ex Industria Nazionale Cavi Elettrici Torino Incet sorta alla fine del XIX secolo e abbandonata nel 1968, protagonista di un ampio intervento di recupero urbano che salvaguarda il valore testimoniale dell’edilizia industriale di inizio Novecento.

L’ex Incet è stato il luogo della notte. In collaborazione con Varvara Festival, un puzzle di suoni e immagini.

Al Parco urbano verde Aurelio Peccei, realizzato e riconosciuto come il primo parco d’Italia totalmente ecosostenibile, delimitato dall’adiacente complesso Docks Dora, la musica si è fusa con l’arte in produzioni esclusive e site specific capaci di attraversare i confini fra le diverse discipline.

Todays è un progetto della Citta di Torino realizzato da Fondazione per la Cultura Torino con il contributo di Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT, e con il contributo del bando nazionale S’Illumina – copia privata per i giovani e la cultura – della S.I.A.E. Societa Italiana degli Autori ed Editori e del Ministero dei Beni e delle Attivita Culturali e del Turismo, nella sezione iniziative culturali in aree periferiche cittadine che favoriscono la creativitĂ  di giovani autori, artisti, interpreti ed esecutori. Partner dell’edizione 2017 e Intesa Sanpaolo nell’ambito del progetto della CittĂ  di Torino Tutta Mia la CittĂ .

Nelle immagini del fotoblog la serata di apertura del Festival che ha visto esibirsi allo spazio 211 la regina indiscussa del rock PJ Harvey – unica data italiana, una delle più importanti cantastorie in circolazione, unica vincitrice di due Mercury Music Prize.

Prima di PJ Harvey si sono esibiti la talentuosa ventenne Alice Bisi, in arte Birthh e l’ imprevedibile, obliquo, provocatore, irriverente, profondo, diretto, sincero il cantautore Giovanni Truppi.

Ha chiuso la serata l’artista tra i piĂą attesi dell’anno, il ragazzo della generazione selfie con il cuore all’indie rock degli anni ’90 Mac Demarco, romantico chansonnier irriverente e sognatore impenitente.

Alle ore 23 l’ex-cattedrale industriale immersa nel parco verde PECCEI è stata la scenografia teutonica delle avveniristiche geometrie sonore e visuali di Byetone, fondatore della storica label Raster-Noton, esteta della computer music, in un’anteprima italiana gratuita ed esclusiva in collaborazione con il festival Ambienti Digitali.

Dopo la mezzanotte nell’ ex fabbrica INCET elettrificata dal Varvara Festival si sono esibiti gli artisti: Max Cooper, Shed, A Made Up Sound e Dbridge.

Taggato con:
Aug 25


E’ in corso la posa delle 50 fioriere, dei jersey e dei dissuasori che consentiranno di controllare con maggiore sicurezza gli accessi alle piazze e alle isole pedonali, in funzione antiterrorismo. Questa mattina i tecnici del Comune hanno lavorato in via Lagrange, piazza Castello e via Garibaldi.
Otto i punti di accesso di via Garibaldi sorvegliati dalle piante di ilex e dalle fotinie dei vivai del Comune e altrettanti in via Lagrange; cinque in via Roma e in via Accademia delle Scienze, due in piazza San Carlo, tre in piazza Castello e uno in piazza Carlo Alberto. In corso anche la posa dei dissuasori davanti alla Biblioteca Reale.

Taggato con:
Aug 24


Sono in corso i lavori per la “stombatura” nel tratto tra via Livorno e corso Principe Oddone del fiume Dora Riparia, riportando a cielo aperto il corso d’acqua che scorre coperto nell’area delle ex acciaierie.
“La rimozione della pavimentazione in cemento consentirà finalmente di completare il recupero complessivo della vasta area industriale dismessa, a beneficio della collettività. Si tratta di un risanamento ambientale di notevole importanza che cittadini e abitanti dei quartieri delle Circoscrizioni 4 e 5 attendevano da tempo. E’ una operazione che consentirà, con il fiume portato alla luce e la sistemazione delle sponde, di attrezzare un’altra porzione di Parco Dora, estendendo così la piena fruibilità del polmone verde sorto sul contesto dismesso e degradato delle ferriere novecentesche, dove generazioni della Torino operaia lavorarono in condizioni di notevole durezza”, sottolinea il vicesindaco Guido Montanari, responsabile comunale delle politiche urbanistiche. 

Le immagini pubblicate sono state realizzate l’8 e il 24 Agosto.

Maggiori informazioni sul sito della Circoscrizione 4

Taggato con: