preload
Giu 13


Un caleidoscopio di colori e forme geometriche, tutti diversi eppure ben integrati nel loro insieme, accolgono da oggi chi arriva al piano terra di via Bologna 49/a, sede del Servizio Stranieri del Comune di Torino. Il nuovo murales attraversa il muro di cinta adiacente all’ingresso e le sedute del cortile interno della struttura ed è frutto, nell’ambito del progetto “Spazio Comune”, di un percorso partecipato di rinnovamento e rifunzionalizzazione operativa degli spazi esterni e interni della sede, per adattarla alle esigenze dei suoi beneficiari, di operatori e operatrici, plasmando un ambiente accogliente e inclusivo.

A inaugurare i rinnovati spazi del Servizio Stranieri oggi pomeriggio il sindaco Stefano Lo Russo e l’assessore alle Politiche Sociali Jacopo Rosatelli.

Grazie alla partnership attivata fra Comune di Torino, UNHCR, Dipartimento di Architettura e Design (DAD) del Politecnico di Torino e della Fondazione Giuseppe e Pericle Lavazza, è stato possibile avviare il percorso di coprogettazione e acquistare i materiali e le attrezzature per la realizzazione dei progetti.

L’obiettivo è quello di rendere gli spazi del Servizio Stranieri più accoglienti e funzionali, in un contesto che vede accrescere la gamma dei servizi offerti così come il numero delle persone raggiunte e coinvolte.

“Il murales che inauguriamo oggi – ha spiegato il Sindaco Lo Russo – ben rappresenta l’idea di comunità che abbiamo in mente per la nostra città, capace di includere e accogliere tutte e tutti, nel rispetto dei diritti e dell’identità di ciascuno. Il Servizio Stranieri offre ogni giorno un supporto prezioso a persone, bambini, famiglie arrivati nella nostra città da altri paesi, aiutandoli ad orientarsi su servizi essenziali che riguardano l’istruzione, la sanità, il lavoro, la casa. Da oggi avranno un luogo ancora più bello e funzionale ad accoglierli”.

“Siamo felici ed orgogliosi della conclusione del percorso di riallestimento partecipativo dello “Spazio comune” operativo al Servizio stranieri della Città – ha affermato l’assessore Rosatelli-. Grazie al coordinamento progettuale del Social Design Lab del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino, al sostegno della Fondazione Giuseppe e Pericle Lavazza e alla partecipazione di tante operatrici e operatori pubblici e privati, da oggi gli spazi del Servizio saranno più belli e accoglienti. Siamo profondamente convinti che la bellezza non sia un privilegio per pochi, ma un diritto di tutte le persone, specie di quelle più fragili, e che la possibilità di ricevere un servizio in un contesto più piacevole sia parte di un percorso di cura e accoglienza. Il nuovo aspetto degli spazi è tra l’altro coerente con la missione di “Spazio comune”, sportello polifunzionale che riunisce diversi servizi ed enti, con l’intento di facilitare la vita delle persone straniere”

Giu 13


 Centro Italiano per la Fotografia, presenta una nuova esposizione che vede protagonista un ‘altra grande maestra della fotografia del Novecento: l’americana Margaret Bourke – White . Dal 14 giugno al 6 ottobre 2024 gli spazi del Centro accoglieranno infatti un percorso espositivo, che attraverso circa 150 fotografie, racconterà il lavoro, la vita straordinaria, l’altissima qualità degli scatti di Bourke – White , capaci di raccontare la complessa esperienza umana sulle pagine di riviste a grande diffusione – di cui la mostra presenta una ricca selezione – superando con determinazione barriere e confini di genere.

La Project Room di CAMERA ospita Il giorno dopo la notte, personale di Paolo Novelli (Brescia, 1976) a cura del direttore artistico del Centro Walter Guadagnini, che riunisce due cicli di lavoro de fotografo, realizzati fra 2011 e 2018, e considerati centrali nell’evoluzione del suo linguaggio. Attivo dalla fine degli anni Novanta, sostenuto da fotografi, artisti e intellettuali come Giovanni Martini, Lanfranco Colombo, Arturo Carlo Quintavalle e Giovanni Gastel, Novelli, a partire dagli anni Duemila, ha pubblicato di verse monografie, tra cui Interiors in occasione della sua prima mostra alla Galleria Massimo Minini (2011).

Maggiori informazioni sul sito di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia 

Giu 13


Nell’atrio del Grattacielo della Regione, in piazza Piemonte 1 a Torino, è esposto il trofeo della “Grand Départ”.

Chi vuole vederlo da vicino e scattarsi una fotografia può farlo oggi fino alle 19, il 14 giugno e dal 17 al 27 giugno dalle ore 10 alle ore 19. Non occorre registrazione.

Ad ogni visitatore verrà consegnato un omaggio del Tour de France.

Ad inaugurare l’esposizione sono stati questa mattina il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e il sindaco di Torino Stefano Lo Russo.

“È un momento storico: storico che il Tour parta dall’Italia, storico che abbini Firenze, Bologna e Torino, ed è storico che la Piacenza-Torino sia la tappa più lunga, a testimonianza di come abbiamo lavorato per ottenere il massimo ritorno in termini promozionali per la nostra terra – ha evidenziato il presidente Cirio – Coglieremo l’opportunità fornita dal Tour, che è l’evento più seguito al mondo dopo Olimpiadi e Mondiali di calcio, continuando una campagna promozionale iniziata al momento della presentazione ufficiale a Parigi con l’omaggio ai giornalisti di prodotti piemontesi. Se il turismo funziona bene, costituisce il 10% del prodotto interno lordo e continua a crescere anno dopo anno è perché organizziamo eventi che fanno pubblicità al Piemonte”.

“L’arrivo della terza tappa del Tour da Piacenza sarà una grandissima occasione di visibilità per Torino e il Piemonte, una fantastica festa di sport che coinvolgerà tutta la città – ha dichiarato il sindaco Lo Russo – Quest’anno poi il legame tra Torino e il mondo del ciclismo è particolarmente stretto: dopo aver ospitato la partenza di Giro d’Italia il 4 maggio, ci prepariamo ad accogliere il 1° luglio il Tour, uno dei più grandi eventi sportivi del mondo. Tutto questo è frutto di un gran lavoro organizzativo e di pianificazione, di concerto con la Regione, che sta portando risultati importanti nell’attrarre grandi eventi sportivi internazionali sul territorio. Un percorso virtuoso avviato in questi anni, che ha prodotto risultati positivi e sul quale intendiamo proseguire”.

Le manifestazioni sul territorio

Comuni, Pro Loco e associazioni sportive hanno creato un fitto cartellone di rassegne culturali e culinarie.

Dall’elenco completo consultabile su https://piemontesport.org/it/eventi/grandi-eventi/tour-de-france si segnalano:

 

  • il 15 giugno a Vinovo dalle ore 15 Giovani in Festa ed a Perosa Argentina dalle ore 14.30 â€œAlla scoperta delle antiche vie” e poi cena e notte in giallo
  • il 16 giugno a Torino alle 9.45 â€œPedalata lungo la Dora sulle tracce della storia industriale della
  • Circoscrizione 5”, a Treiso alle 16 Pedalata in giallo
  • il 17 giugno Torino alle 17,30 Pagine in volata
  • il 20 giugno a Sommariva Perno dalle 21“Note di Santi e Peccatori”
  • il 21 giugno Piobesi Torinese dalle 15,30 â€œAspettando il Tour: cultura, musica, sorrisi e voci in giallo” con sfilata di moda al Castello, ed a Guarene alle 19,30 â€œRacca in festa, aspettando il Tour”
  • il 22 giugno a Guarene alle 9 Pedalè, a Piobesi d’Alba dalle 10 â€œAspettando il Tour: cultura, musica, sorrisi e voci in giallo”, Torino alle 16 inizia la rassegna “Cinema in sella: film attorno alla bicicletta”, a Corneliano d’Alba alle 19 Festival delle bande musicali in Tour
  • il 23 giugno a Carmagnola alle 9 pedalata ecologica, a Carignano alle 9.30 “Pedalando in giallo”, a Torino alle 16, 18 e 20,30 continua â€œCinema in sella: film attorno alla bicicletta”, a Barbaresco alle 18 Party in giallo sotto la Torre, a Sommariva Perno alle 21 â€œUna piccolissima serenata”
  • il 24 giugno a Torino alle 18 â€œPedala!”
  • il 27 giugno a Torino alle 17 e 19 inizia “Talks a Palazzo Madama”, Vinovo alle 19.30 Cena in giallo, a Carignano alle 20,30 â€œScoprendo il Paradiso delle biciclette”, Carmagnola alle 21 “Il giovedì è sotto le stelle!”
  • il 28 giugno Torino alle 17 e 19 â€œTalks a Palazzo Madama”, di sera a Sommariva Perno “Notte Gialla”, a Tortona “Calici sopra le stelle”, a Carignano “Dejeuner en Jaune”, ad Alessandria â€œTra Francia e Italia, la cultura musicale in un Festival evento”, a Baldissero d’Alba â€œFesta d’estate, miele, nocciole e…Aspettando Il Tour!, a Vinovo Concerto d’estate in giallo, a Pinerolo alle 10 Vélo-Lab e poi una mostra delle pagine storiche di Tuttosport
  • il 29 giugno a Tortona dalle 9 alle 18 â€œCiclo Letterario”, Torino alle ore 10.30 â€œTutti in bici! Benvenuto Tour de France”, a Carmagnola dalle 18 â€œI grandi campioni del ciclismo piemontese”, a Santo Stefano Belbo, Ceresole d’Alba e Pinerolo â€œLa Notte Gialla” ed a Sestriere â€œAttraverso gli occhi della scultura”
  • il 30 giugno a Tortona alle ore 8.30 â€œLa mitica ciclo-storica” e “Bellezze in bicicletta/retrò”, a Torino alle 11 â€œIl Cammino di Marcella”, a Sommariva Perno Cena in Giallo, a Costigliole d’Asti dalle 21 â€œIn Tour tra Italia e Francia”, Pinerolo alle 21 lo spettacolo teatrale “Alfonsina Corridora”
  • la mattina del 1° luglio a Tortona, Sommariva Perno, Ceresole d’Alba e Piobesi feste e spettacoli in attesa del passaggio della tappa
  • la mattina del 2 luglio a Pinerolo l’iniziativa conclusiva del progetto “Music 2 -Alcotra” e il Tour in diretta