preload
Oct 11


Nell’aulica Sala del Senato di Palazzo Madama, dal 12 ottobre 2017 al 19 febbraio 2018 va in scena la mostra Gianfranco FerrĂ©. Sotto un’altra luce: Gioielli e Ornamenti. L’esposizione – organizzata e prodotta da Fondazione Gianfranco FerrĂ© e Fondazione Torino Musei – presenta in anteprima mondiale 200 oggetti-gioiello che ripercorrono per intero la vicenda creativa del celebre stilista italiano.

Per Ferré l’ornamento è stata sempre una passione, legata in modo inscindibile alle collezioni moda e risultato di un approccio appassionato e spesso innovativo, mai inferiore a quella riservata all’abito. Come sottolinea la curatrice della mostra Francesca Alfano Miglietti: “Ferré
costruisce una zona franca all’interno di un proprio mondo di riferimento, elaborando ogni oggetto sulla scia di un sistema di classificazione generale di concetti che diventano oggetti. E così pietre lucenti, metalli smaltati, conchiglie levigate, legni dipinti, vetri di Murano, ceramiche
retrò, cristalli Swarovski, e ancora legno e cuoio e ferro e rame e bronzo, nel susseguirsi di un incantato orizzonte di spille, collane, cinture, anelli, bracciali, monili. Per Ferré l’ornamento non è il figlio minore di un prezioso, ma un concetto di eternità che deve rappresentare l’immanenza del presente”.

Gli oggetti in mostra, realizzati per sfilate dal 1980 al 2007, sono raccontati come complemento dell’abito e suo accessorio ma vengono esposti insieme ad alcuni capi in cui è proprio la materia-gioiello a inventare e costruire l’abito, diventandone sostanza e anima. Anche in questo
caso l’attenzione di Gianfranco Ferré ai materiali è determinante, come parte essenziale della sua ricerca.

Il progetto espositivo – realizzato dall’architetto Franco Raggi – gioca sul contrasto tra la Sala del Senato di Palazzo Madama, ambiente di immenso pregio architettonico, e le strutture minimaliste ed essenziali in ferro e vetro dell’allestimento, mettendo in risalto la fantasiosa bellezza dei gioielli disegnati da FerrĂ© che sembrano librarsi in volo nella penombra.

La mostra è organizzata nell’ambito di “Torino Design of the City”, settimana di incontri, esposizioni e workshop dedicati al design promossa dalla Città di Torino.

Palazzo Madama – Mudeo Civico d’Arte Antica
Piazza Castello, Torino

Periodo:
Giovedì 12 Ottobre 2017 / Lunedì 19 Febbraio 2018

Orari:
Da Lunedì a Domenica: 10:00-18:00
Chiuso il Martedì

Prezzo:
€ 10,00 Intero
€ 8,00 Ridotto compreso tra 18 e 25 anni; gruppi di minimo 20 pax; maggiore 65 anni
€ 0,00 disabili; giornalisti con tesserino; guide turistiche; insegnanti accompagnatori; MIBAC; minore 18 anni; possessori di Abbonamento Musei

Maggiori informazioni:
www.palazzomadamatorino.it

Taggato con:
Mar 22


Mercoledì 22 marzo in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, sotto una pioggia battente, sono state inaugurate le nuove statue del giardino Schiapparelli, sul Lungo Dora Savona, all’incrocio con corso XI febbraio.
L’intervento di riqualificazione dell’area verde in gestione alla SMAT ha dato vita a un piccolo salotto d’arte contemporanea: Fiati dell’artista Paolo Grassino, Genesi di Luigi Stoisa e Loto Eccentrico di Luisa Valentiniò. Tre nuove sculture che rappresentano l’ambiente, la natura e l’acqua.
Le opere, di proprietà della SMAT, sono state realizzate anche con il coinvolgimento dell’Accademia Albertina delle Belle Arti.

La cerimonia d’inaugurazione è stata aperta da una esibizione di alunni dell’Istituto Comprensivo Regio Parco, che hanno suonato brani dall’Autunno di Antonio Vivaldi, a pochi giorni dalla presentazione del festival che il Comune di Torino dedicherà al compositore veneziano e, successivamente, dalla Banda Musicale del Corpo di Polizia Municipale del Comune di Torino che ha eseguito l’Inno Nazionale.

Taggato con:
Mar 17


A Palazzo Civico è stata inaugurata la mostra “Animula vagula blandula”, personale di Luca Tridente.

Presenti all’anteprima della mostra il presidente del Consiglio Comunale Fabio Versaci e il vicepresiente vicario Enzo Lavolta.
Le opere sono visibili nel loggiato antistante Sala Marmi e saranno esposte fino al 31 marzo 2017.

Luca Tridente, artista torinese, conduce la sua riflessione sull’interioritĂ  umana ispirandosi alla poesia che l’imperatore romano Adriano dedicò alla propria anima: Animula vagula blandula.

La mostra, curata da Francesca Bogliolo e promossa dalla Presidenza del Consiglio Comunale della CittĂ  di Torino, è visitabile dal lunedì al venerdì con orario 9,00/18,00 e al sabato dalle 9,00 alle 13,00. L’ingresso è gratuito.

Taggato con: