preload
Dec 06


Una folla numerosa e silenziosa ha accompagnato questa mattina i parenti delle vittime del rogo della ThyssenKrupp, nel decennale della sciagura, al Cimitero Monumentale. Con loro, la sindaca Chiara Appendino e l’assessore Marco Giusta, insieme al presidente del Consiglio comunale Fabio Versaci. Per la Regione, erano presenti Mario Laus, presidente del Consiglio regionale, e il presidente Sergio Chiamparino.
“Non si può parlare di giustizia se questa non trova applicazione, ad oggi non è ancora compiuta e questo è inaccettabile. La Città sarà al vostro fianco – ha detto, visibilmente commossa, la prima cittadina ai familiari delle vittime – e vi aiuterà in ogni gesto che vorrete fare perché questa città, queste istituzioni non vi dimenticano”.
“Nessuno può accettare che al concetto di lavoro sia associato quello di morte, c’è ancora molto da fare e tocca a tutti noi farlo”, aggiunge la sindaca, che definisce i famigliari delle vittime della Thyssen “un esempio per tutti noi, per la forza che avete dimostrato in questi 10 anni da quella che è stata una delle più grandi tragedie del nostro Paese e che, purtroppo, continua a essere ancora molto attuale. La memoria di quella notte è più viva che mai per le istituzioni, che ne escono comunque sconfitte, e per i cittadini che si chiedono a quante manifestazioni sulla sicurezza sul lavoro dovranno ancora partecipare prima che questo diritto sia garantito”.
Sono intervenuti alcuni dei familiari delle vittime, in particolare la mamma e la sorella di Rosario Rodinò, che hanno rilanciato la loro richiesta di giustizia e hanno lasciato a Laura Pausini attraverso una sua canzone il compito di spiegare il loro dolore. Insieme a loro, sono intervenute le mamme di Roberto Scola e di Giuseppe De Masi. Tutte insieme hanno abbracciato, commosse, la mamma di Vito Scafidi, lo studente che perse la vita per il crollo di un controsoffitto nel liceo di Rivoli, facendo appello alla necessità di sicurezza “sul luogo di lavoro, ma anche nelle scuole”.
Poi il corteo si è spostato sul luogo dove sorgerà il memoriale delle vittime, poche decine di metri più in là. Qui alcune bambine, familiari delle vittime, hanno liberato sette palloncini bianchi, ciascuno con il nome di un operaio. Il progetto, realizzato da AFC Torino Spa in accordo con il Comune, si è cercato di creare un luogo di ricordo per le famiglie colpite dalla tragedia che fosse anche un monumento per la collettività intera, per mantenere vive la memoria e l’attenzione verso una cultura della sicurezza sul lavoro.
Successivamente, la Città intende installare, nella stessa area, un’opera dedicata alle vittime della tragedia della ThyssenKrupp come richiamo anche a tutti i caduti sul lavoro, finanziata con i fondi accantonati per la realizzazione di opere d’arte previsti dalla legge n. 717/49 (la cosiddetta legge del 2%). Il costo dell’opera è di 280mila euro; sarà pronta nel 2019 e la cifra sarà anticipata da Afc e poi recuperata negli anni attraverso il contratto di servizio che la società ha con la Città.

La giornata di commemorazione è proseguita nel pomeriggio al cimitero di Nichelino e al cimitero Parco dove la Sindaca Chiara Appendino e l’Assessore Marco Giusta hanno reso omaggio a due delle vittime della ragedia della ThyssenKrupp.

Taggato con:
Dec 06


Mercoledì 6 dicembre è stato inaugurato l’albero di Natale di Palazzo Civico realizzato dalle bambine e dai bambini delle scuole dell’infanzia comunali.
Per l’occasione i piccoli hanno decorato oltre 350 palline utilizzate per allestire il grande abete.

La mattinata ha avuto inizio nel cortile d’onore di Palazzo Civico dove i bambini sono stati accolti da Federica Patti, Assessora all’Istruzione, e dalla squadra cinofila della Polizia Municipale che li ha coinvolti in giochi e performance.
In seguito i bimbi hanno raggiunto il primo piano della “casa dei cittadini”, dove, tutti insieme, hanno finito di addobbare l’albero di Natale con le ultime palline rimaste.
Infine a festeggiare l’evento è arrivata anche la Sindaca Chiara Appendino che ha ringraziato le maestre e i giovani artisti per le opere realizzate.

L’albero di Natale si potrà ammirare anche nei giorni successivi: giovedì 7 e lunedì 11, al mattino e al pomeriggio. Le mamme e i papà potranno accompagnare i loro piccoli e, con l’occasione, avranno la possibilità visitare le sale auliche del Palazzo.

Molte sono le scuole della Città che hanno aderito all’evento Un albero in Comune: due per Circoscrizione oltre ai Centri Educativi Specializzati Municipali (CESM) di corso Bramante e di via Cena.

L’iniziativa ha offerto la possibilità alle bambine e ai bambini delle scuole dell’infanzia di esprimere la loro fantasia e creatività attraverso la sperimentazione di tecniche pittoriche e decorative

Taggato con:
Dec 01


Con l’accensione dell’Albero in Piazza Castello ha preso il via ‘A Torino un Natale coi Fiocchi’. I Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Torino, come da tradizione, con la Sindaca Appendino, hanno aperto le prime due finestrelle del Calendario dell’Avvento.
L’Albero di Natale a forma piramidale che svetta con i suoi 19 metri di altezza è stato realizzato grazie al sostegno di UBI Banca.
La cerimonia di inaugurazione è stata accompagnata dall’esibizione del coro Vox Viva.

L’atmosfera natalizia conquisterà la città per più di un mese. Strade, vicoli e piazze del capoluogo piemontese, già illuminate dalla magia delle opere di Luci d’Artista, accoglieranno iniziative imperdibili: eventi, spettacoli e animazioni per vivere le feste in un clima di grande fermento culturale e assaporare tutti insieme i giorni che condurranno al Natale.

Piazza Castello, piazza Solferino e il cortile del Maglio, oltre a ospitare i mercatini, saranno il palcoscenico di una ricca programmazione culturale di teatro, musica e magia, dal vivo, per tutti i week end a partire dal primo dicembre. Gli artisti coinvolti nei vari appuntamenti culturali parteciperanno il 16 dicembre alla Parata del Totano, una sfilata lungo le vie del centro con partenza da piazza Solferino e arrivo in piazza Castello.

Numerosi concerti sacri porteranno l’atmosfera natalizia dal centro alle periferia. Grazie al Coordinamento delle Associazioni Musicali di Torino che organizza un ciclo di appuntamenti con la musica della tradizione natalizia europea, i torinesi potranno godere di un programma rivolto a tutti. Un viaggio attraverso le tradizioni della musica popolare: dal Medioevo con gli zampognari, le cornamuse e le ghironde, al “Canto di Natale” di Dickens, accompagnato da musica e disegni.   In programma concerti di Natale nelle parrocchie di Santa Giulia, nel Duomo, San Leonardo Murialdo, Conservatorio “Giuseppe Verdi”, Santuario di Nostra Signora della Salute, Gesù Nazareno, Santi Bernardo e Brigida.

Un appuntamento al quale gli appassionati non potranno rinunciare è il concerto in Cattedrale, domenica 10 dicembre, dove l’Academia Montis Regalis eseguirà le “Quattro stagioni”.

Le iniziative culturali – tra cui rientrano i concerti sacri e gli spettacoli dei fine settimana nelle piazze Castello, Solferino e Cortile del Maglio – sono state organizzate dalla Fondazione per la Cultura Torino con il sostegno di Iren, Autogrup S e Borello Supermercati.

Tra i tanti appuntamenti diffusi sul territorio cittadino, il 2 dicembre è in programma #ADDOBBATO2017: i cittadini di tutte le Circoscrizioni saranno coinvolti nella creazione di alberi natalizi con materiale di recupero.

Il suggestivo allestimento del Presepe ideato dal Maestro Emanuele Luzzati – simbolo del Natale torinese – sarà nuovamente visibile al Borgo Medievale. Dall’8 dicembre al 14 gennaio la piazza del Melograno e le vie intorno, regaleranno una suggestiva cornice fiabesca alle novanta sagome – personaggi sacri della tradizione e protagonisti delle fiabe – dipinte su legno dando vita a un gioco di figure illuminate che si rincorrono tra portici, cortili e prati del Borgo.

Ancora una volta i protagonisti indiscussi saranno i più piccini: numerose infatti sono le iniziative, i laboratori e le attrazioni dedicate a loro per immergerli in una magica atmosfera, in diversi punti di Torino: Pompieropoli…un giorno da pompiere, Operando a Natale, Un nobile Natale, un Babbo Natale in forma, Ogni giorno è Natale, Aspettando il Natale, Sfilata dei Babbi Natale, Olimpiadi della Befana…e molto altro ancora.

Inoltre, per quattro fine settimana, le Biblioteche Civiche Torinesi organizzeranno attività di lettura, laboratori e musica per i più piccoli nello Spazio ZeroSei di piazza della Repubblica. Il ricco programma terminerà domenica 7 gennaio con gli appuntamenti dell’Epifania dedicati proprio a loro.

Per quarantacinque giorni strade, vicoli e piazze del capoluogo piemontese, ospiteranno un cartellone di iniziative imperdibili: dai mercatini legati alla tradizione propriamente natalizia ai concerti, dagli eventi multiculturali agli intrattenimenti organizzati nei diversi quartieri.

Le piazze Castello, Solferino, Santa Rita e il cortile del Maglio a Borgo Dora accoglieranno, dall’1 dicembre al 14 gennaio 2019, i tradizionali Mercatini di Natale.

Sarà piazza Solferino a ospitare la pista di pattinaggio su ghiaccio. La patinoire, che sarà inaugurata venerdì 1 dicembre alle ore 17 con lo spettacolo “Piccolo Galà su ghiaccio”, rimarrà aperta fino al 14 gennaio 2018.

Il programma completo, giorno per giorno, è consultabile sul sito  www.nataleatorino.it

Taggato con: