preload
set 03


Inaugurata la quinta edizione di MITO Settembre Musica.
La Sinfonia dei Mille è stato il primo appuntamento del 2011, sabato 3 settembre, all’ Auditorium Giovanni Agnelli Lingotto.
All’Auditorium un colpo d’occhio impressionante. Sul palco l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio di Torino, il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino con Claudio Fenoglio, maestro dei cori e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino con Piero Monti, maestro del coro.
Gianandrea Noseda a dirigere la Sinfonia n. 8 in mi bemolle maggiore in due parti per otto soli, due cori misti, coro di fanciulli e grande orchestra (Sinfonia dei Mille) di Gustav Mahler .

Nel fotoblog le immagini del concerto e del foyer dell’Auditorium.

Taggato con:
set 01


“MiTo è diventato un evento di carattere mondiale e ha confermato negli anni l’Italia e in particolare Torino e Milano come i luoghi della musica”. Con questa dichiarazione stamattina il sindaco Fassino ha aperto l’incontro stampa dedicato al Festival Internazionale della Musica 2011.
Al tavolo dei relatori oltre al primo cittadino, che ha voluto immediatamente ricordare i natali della manifestazione: “Ho vissuto l’esperienza agli inizi con l’allora assessore alla cultura Giorgio Balmas – ha sottolineato – ideatore della rassegna e uomo di straordinaria intuizione”, erano presenti anche l’assessore alla Cultura della città di Torino, Maurizio Braccialarghe, il Presidente dell’ Associazione per il Festival Internazionale della Musica di Milano, Francesco Micheli, il Direttore artistico di MITO SettembreMusica Enzo Restagno e il Direttore della Casa Circondariale Lorusso e Cutugno, Pietro Buffa.
Anno dopo anno il Festival è cresciuto in quantità e qualità fino ad arrivare ad abbracciare, nel 2006, il territorio milanese, con il quale anche quest’anno condivide gli appuntamenti. I generi musicali sono aumentati negli anni, dalla classica alla contemporanea e al jazz, dal rock al pop e al blues, dalla canzone d’autore all’elettronica e all’etnica, e con loro l’interesse del pubblico che con i numeri di presenze premia ad ogni edizione gli sforzi affrontati dall’amministrazione per portare avanti il progetto. La rassegna targata 2011 aprirà i battenti sabato 3 settembre all’Auditorium Giovanni Agnelli del Lingotto, quando alle ore 21 l’ Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e l’Orchestra e Coro del Teatro Regio di Torino sotto la direzione di Gianandrea Noseda si esibiranno nella Sinfonia n. 8 in mi bemolle di Gustav Mahler.
Ad affiancare il calendario ufficiale di MiTo 2011, com’è già avvenuto nelle edizioni 2009 e 2010, sarà il Festival MiTo per la città che porterà gratuitamente la musica nelle situazioni più varie, periferiche e marginali. I concerti avranno luogo in 12 sedi ambulatoriali e ospedaliere, 10 centri di assistenza per disabilità psichiatriche e fisiche e 7 case di riposo facenti capo alle ASL, alle Aziende Ospedaliere e al sistema solidale delle cooperative sociali, 9 biblioteche e punti di lettura e prestito del Sistema Bibliotecario cittadino e 7 librerie. Saranno inoltre 13 gli interventi definiti con le Circoscrizioni e con l’Ecomuseo Urbano, oltre ai momenti musicali che si svolgeranno alla Casa Circondariale Lorusso e Cutugno delle Vallette e all’Istituto Penale Minorile Ferrante Aporti, ovviamente non accessibili al pubblico (per il programma completo: http://www.mitosettembremusica.it/fringe). “La cultura è un grande luogo di incontro tra le società d’impresa e i cittadini – ha continuato il sindaco di Torino – ed è per questo che l’amministrazione si impegnerà affinché MiTo continui a coinvolgere l’intera città”. Il budget per tutta la manifestazione è di 9milioni di euro, ripartiti equamente tra le due città. I bilanci però sono separati. A sostenere i 4,5 milioni di euro saranno la Città che contribuirà con 2,9 milioni, Intesa Sanpaolo, socio della manifestazione, con 500mila euro, la Compagnia di San Paolo con 250mila euro e la Camera di commercio di Torino con 200mila euro. A questi si devono aggiungere 150 mila euro dalla Regione Piemonte (non ancora confermati) e circa 500mila euro previsti dagli incassi netti. Per il calendario completo della manifestazione che si terrà dal 3 al 22 settembre: www.mitosettembremusica.it/it/programma/2011/edizione-2011.htm

Taggato con:
apr 13



Presentata, sia a Milano, sia sotto la Mole, la quinta edizione di MiTo SettembreMusica, in scena dal 3 al 22 settembre.
La manifestazione musicale sarà votata, naturalmente, a celebrare il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia e, come sempre, coinvolgerà il territorio sia lombardo, sia torinese, utilizzando piazze, musei, teatri, sale a ospitare generi differenti: dalla classica al pop, dal jazz all’etnica, all’avanguardia.
Con il sostegno del Comitato per i festeggiamenti dei 150 anni sono stati commissionati brani a sei compositori italiani: Salvatore Sciarrino, Fabio Vacchi, Fabio Nieder, Ivan Fedele, Francesco Antonioni e Matteo Franceschini. Li affiancheranno l’inglese Harrison Birtwistle, il francese Pascal Dusapin, l’americano Michael Daugherty, il giapponese Toshio Hosokawa, il cinese Guo Wenjing, l’olandese Louis Andriessen e l’estone Arvo Pärt.
Un tributo a Claudio Monteverdi, che prevede tra gli altri l’esecuzione de L’incoronazione di Poppea, è un altro omaggio all’anniversario dell’Unità e il maestro Yuri Temirkanov, con l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, presentà le musiche dei grandi compositori russi che all’arte italiana hanno voluto rendere omaggio.

L’Ottava Sinfonia (dei Mille) di Gustav Mahler, scomparso un secolo fa a Vienna, inaugurerà all’Auditorium Giovanni Agnelli del Lingotto a Torino MiTo il 3 settembre, con l’ Orchestra e il Coro del Teatro Regio e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai con il Coro del Maggio Fiorentino, diretti da Gianandrea Noseda. Da segnalare per gli amanti della tradizione verdiana, la serata del 13 settembre, a Torino, il grande concerto a tema con l’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino diretti da Roberto Abbado. E il 16 settembre tornano sempre a prezzo popolare i Carmina Burana di Carl Orff e Le Sacre du printemps di Igor Stravinsky, eseguiti dalla Südwestdeutsche Philharmonie e dal Coro dei Bamberger Symphoniker, diretti da Vassilis Christopoulos.

I grandi nomi della musica pop, come di consueto, entrano nel programma di MiTo. Nei due capoluoghi, tra le imponenti cornici del Palasport Olimpico e del Mediolanum Forum di Assago, si esibirà in un doppio concerto Cristiano De Andrè. Al Palasport Olimpico di Torino tappa del tour 2011 di Franco Battiato Up Patriots to Arms. Per la chiusura della quinta edizione del Festival arriva in entrambe le città Pierre Boulez con l’Ensemble Intercontemporain.

Il programma completo on line all’indirizzo www.mitosettembremusica.it

L’articolo completo è disponibile su TorinoClick

Taggato con: