preload
apr 17

I momenti commemorativi in piazzetta Mollino e in piazza Castello




La cerimonia dell’alzabandiera




“352 anni di musica, uniformi e bandiere”




Adunata, parata e ammainabandiera



Dal 15 al 17 aprile si è svolto a Torino il XXX raduno dei Granatieri di Sardegna. Terzo incontro a Torino per i granatieri, che qui festeggiarono il 300° e il 350° della loro fondazione, nel 1959 e nel 2009. Il 1 Rgt. Granatieri è il più antico Reparto di tutte le forze Armate Italiane, diretto discendente del Reggimento delle Guardie del Duca di Savoia Carlo Emanuele II.

Il raduno si è aperto il 15 aprile con una conferenza stampa di presentazione a Palazzo Civico ed è proseguito sabato 16 con un convegno dedicato al rapporto tra I Granatieri di sardegna e i 150 anni dell’Unità d’Italia, previsto nelle eleganti sale del Circolo Ufficiali.

Durante il pomeriggio in Piazzetta Mollino è stata deposta una corona d’alloro davanti alla lapide che ricorda la Fondazione del Reggimento delle Guardie e ci si è poi trasferiti di fronte a Palazzo Madama, dove l’Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna ha omaggiato il monumento all’Armata Sarda.

Alle 17.30 è arrivata in Piazza Castello la bandiera di guerra del 2° Rgt. Granatieri in Grande Uniforme, seguita dalla bandiera della nave “Granatiere” della Marina Militare. Entrambi i drappi sono stati issati poco dopo.

La serata si è svolta all’insegna della musica, con un concerto in piazza San Carlo intitolato 352 anni di Musica, Uniformi e Bandiere, ad opera della Musica Reggimentale del 1° Rgt. Granatieri.

Grande riunione in Piazza Castello alle 9.30 per cominciare il 17 aprile, giornata clou del raduno con una grande parata lungo via Roma, piazza San Carlo e Piazza Carlo Felice. Alle 12.30, con la cerimonia dell’ammainabandiera, il raduno si è chiuso ufficialmente per la cittadinanza. Ma per i granatieri e i loro è continuato con il Gran Convivio Associativo a Torino Esposizioni.

Alla parata hanno partecipato, con una loro rappresentanza, anche i membri dell’equipaggio della nave “Granatiere”, insieme a Reparti dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Infermiere Volontarie della CRI. Infine, non sono mancate le rievocazioni storiche, con alcuni gruppi storici in uniforme: dal Plotone Guardie del Gruppo “Pietro Micca” ai Granatieri Risorgimentali del gruppo “Val Susa 1861″