preload
Oct 14



Aryz, Dome, Erica il Cane, Grito, Hemo, Morcky, Nychos, Roa, Sague, Sat, Spok, Zedz, Xtrm sono i nomi di alcuni writer nostrani e stranieri che grazie a PicTurin – il festival internazionale di arte murale ospitato dalla nostra città nei mesi di ottobre e novembre – contribuiranno, con le loro creazioni, a riqualificare alcune aree di Torino.

Il progetto, finanziato dal ministero della Gioventù ed elaborato dalle associazioni di muralisti torinesi in collaborazione con Murarte, rientra nel calendario di Contemporary Art e ha un duplice obiettivo: da un lato dare visibilità alla valenza artistica e alla capacità creativa dei muralisti e, dall’altro, offrire al pubblico l’opportunità di avvicinarsi all’arte del muralismo contemporaneo apprezzandone le evoluzioni stilistiche, la tecnica raffinata ma, soprattutto, cogliendone i suoi significati più profondi.

Grazie a PicTurin il capoluogo subalpino, partendo dal centro per giungere alla periferia, sarà travolto da un’onda di colore e immagini su una decina di pareti e altri spazi cittadini, per un totale di oltre 3500 mq di superfici murali dipinte.

Le location sono molteplici: si va dalle facciate laterali di Palazzo Nuovo (via Verdi e corso San Maurizio) a lungo Dora Savona, da via Fiochetto a corso Taranto, da via Giachino a via Cigna, da corso Grosseto a via Netro, da via Servais a corso Francia. Passeggiando per la città sarà quindi possibile incontrare artisti che sfideranno le leggi di gravità per stupirci con le loro combinazioni di colori.
PicTurin festival darà vita, inoltre, a iniziative legate al mondo dell’arte urbana e delle culture underground.

Ci saranno happening (mostre, conferenze, serate musicali, e molto altro ancora) che attingeranno dal vivace e attivo movimento culturale torinese per creare momenti di relax e aggregazione tra artisti e fruitori del festival.

Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www.picturin-festival.com

[fonte: TorinoClick]