preload
Oct 27


“Breathless”, senza fiato, è il titolo della mostra di Andrea Polli inaugurata al Parco d’Arte Vivente.
Nella sua prima personale, l’artista statunitense, che è docente di Digital Media alla New Mexico University e all’Hunter College di New York, ha deciso di regalare al pubblico una serie di opere articolate che nascono da rilevazioni della qualità ambientale dell’aria.

Nelle sue opere l’inquinamento atmosferico, lo scioglimento dei ghiacci, il riscaldamento globale o una semplice tempesta rappresentano i testimoni oculari delle alterazioni climatiche a cui stiamo assistendo. Ma i quadri esposti vanno intesi anche come segni dei cambiamenti culturali della storia evolutiva dell’uomo, le metamorfosi climatiche analizzate e interpretate dall’artista americano si offrono come esame dell’impatto del clima sul futuro della vita, sia a livello locale che globale.
Sin dall’inizio della sua carriera Andrea Polli ha impostato il suo lavoro sul rapporto tra scienza e tecnologia nella società contemporanea sviluppando progetti che mettono in relazione cognizione e percezione. Le sue creazioni si articolano integrando differenti media, spesso offrendo nuove modalità di lettura di dati tratti da contesti naturali, e dando forma all’informazione documentaria.

Nell’ambito delle Attività Educative e Formative del PAV, a cura di Orietta Brombin, i temi proposti in Breathless, saranno approfonditi, a livello cognitivo ed espressivo, attraverso l’attività di laboratorio Ibridazioni / Ascoltare Segni. In atelier si cercheranno corrispondenze tra suono e colore al fine di produrre materiali grafici udibili e musiche visibili, percorrendo la strada aperta da Andrea Polli con l’opera Atmospherics.

Andrea Polli – Breathless
PAV – Parco d’Arte Vivente, via Giordano Bruno 31
dal 28 ottobre 2011 al 26 febbraio 2012
da mercoledì a venerdì, ore 13 – 18; sabato e domenica, ore 12 – 19
Ingresso: intero 3 €, ridotto 2 €, gratuito Abbonamento Torino Musei / Torino+Piemonte Card

Taggato con: