preload
Apr 16


Conto alla rovescia per l’arrivo a Torino delle due più importanti corse a tappe di ciclismo al mondo, il Giro d’Italia e il Tour de France. Per omaggiare al meglio i due grandi eventi, la città si sta preparando a diventare la meta ideale per gli amanti della bicicletta, proponendo un ricco programma di eventi diffusi e in gran parte gratuiti – talk, mostre, concerti, film, pedalate, attività per i più piccoli – che daranno vita ad un’avventura ciclistica senza precedenti.

Gli eventi saranno distribuiti in un calendario lungo undici settimane che unirà idealmente i due momenti “clou” in cui il capoluogo piemontese sarà al centro del mondo sportivo: l’arrivo della prima tappa del Giro d’Italia (sabato 4 maggio) e della terza del Tour de France (lunedì 1 luglio). Sarà una grande festa che coinvolgerà tutti, non solo gli appassionati di ciclismo; verrà organizzata dalla Città di Torino in collaborazione con la Regione Piemonte e con i tantissimi attori che hanno contribuito a rendere il programma davvero ricco e variegato.

Torino e il Piemonte stabiliranno inoltre anche un primato: diventeranno la prima città e la prima regione in Italia ad aver ospitato nello stesso anno la grande partenza delle due maggiori corse a tappe di ciclismo al mondo.

Per il Sindaco della Città di Torino, il 2024 si contraddistingue come anno segnato dei grandi eventi sportivi di portata internazionale. In particolare il ciclismo, una delle discipline più popolari nel nostro Paese, seguita e praticata da migliaia di appassionati, sarà grande protagonista con il Giro d’Italia e il Tour De France, tra gli eventi più seguiti al mondo. L’arrivo dei campioni delle due ruote sarà una grande festa che coinvolgerà l’intera città in maniera diffusa, non soltanto in concomitanza con le due tappe, ma anche grazie a un calendario di appuntamenti in partenza che accompagnerà torinesi e turisti fino al periodo estivo. Torino si conferma nuovamente non solo palcoscenico perfetto per gli eventi sportivi, ma anche luogo ideale per accogliere un ricco programma di sport, cultura e intrattenimento capace di coinvolgere davvero tutto il territorio.

L’assessore allo Sport e ai Grandi eventi della Città di Torino ha sottolineato come le gare ciclistiche siano da sempre eventi straordinari che vanno oltre il mondo dello sport, coinvolgendo appassionati e non solo. La Città di Torino, conscia dell’importanza e del valore che queste competizioni portano con sé, ha voluto organizzare una serie di iniziative collaterali per coinvolgere l’intera città. Con eventi culturali, spettacoli, esposizioni e attività legate al ciclismo, Torino si trasforma in una città su due ruote, accogliendo chiunque voglia partecipare ad un clima di festa e condivisione e si prepara ad accogliere il Giro d’Italia e il Tour de France, dimostrando il suo amore per lo sport e la sua capacità di celebrare eventi unici e speciali.

A inaugurare l’edizione 107 del Giro d’Italia sarà la tappa Venaria Reale – Torino. Un percorso mosso, di 136 km, che presenta un finale impegnativo con la salita dell’Eremo – con omaggio al Grande Torino a 75 anni dalla tragedia di Superga – e del Colle Maddalena, prima della discesa in città, con lo scenografico arrivo in volata sul rettilineo di corso Casale, di fronte alla Gran Madre. 

Il Tour de France 2024 arriverà a Torino il 1 luglio, al termine della terza tappa, ultima della Gran Départ italiana. La frazione che partirà da Piacenza sarà da record, con 231 km sarà la più lunga delle 21 tappe dell’edizione 111 della Grande Boucle. L’ingresso in città sarà altamente scenografico, con il passaggio del gruppo davanti alla Palazzina di caccia di Stupinigi, patrimonio mondiale Unesco, quindi i velocisti sapranno esaltarsi sul rettilineo finale di corso Galileo Ferraris, con arrivo nei pressi di piazza d’Armi. 

CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE 
Una campagna di comunicazione diffusa accompagnerà le attività organizzate in città intorno al mondo delle due ruote, con l’obiettivo di promuovere la bicicletta non solo come mezzo di trasporto, ma anche come simbolo di stile di vita sano e sostenibile. Alla campagna istituzionale della Città di Torino, declinata su diversi mezzi (outdoor, social, web) si affiancheranno quelle specifiche dedicate prima al Giro d’Italia e poi al Tour de France.

TORIDE Sotto questa mole è bello pedalare! Ã¨ il claim della campagna elaborata da Undesign. Tantissime iniziative e attività invaderanno le strade della città, che salterà sul sellino e si lascerà trasportare dalla gioia di andare in bicicletta. Sulla scia di una passione comune, Torino, attraverso i suoi simboli, rappresenterà tutte le persone che amano la città e che ogni giorno la percorrono su due ruote. 

CITY DRESSING
La città si vestirà in un primo momento di rosa, in omaggio al Giro d’Italia: dalle bandiere sul ponte Vittorio Emanuele I, alla nuova installazione artistica sulla recinzione del Motovelodromo Fausto Coppi, alla Mole Antonelliana che si illuminerà il 3 maggio, vigilia della tappa. Poi si tingerà di giallo, in attesa del Tour de France, con l’allestimento di diverse aiuole cittadine – piazza Statuto, piazza Solferino, giardino La Marmora, largo Vittorio Emanuele II – con motivi floreali che richiameranno il colore della Grande Boucle. E, inoltre, l’illuminazione della Mole Antonelliana (il 12 maggio per il -50 e il 12 giugno per il -30 alla tappa) farà brillare la città di giallo per celebrare lo storico arrivo della corsa a tappe francese.

Installazione artistica al Motovelodromo 
Nel motovelodromo Fausto Coppi, uno dei luoghi simbolo del ciclismo piemontese, è stata realizzata un’installazione artistica che rende omaggio alla tappa torinese del Giro d’Italia e allo storico impianto sportivo intitolato al Campionissimo.  L’opera realizzata dal collettivo Truly Design, composta da sette illustrazioni su pannelli disposti lungo la recinzione dell’impianto, è un viaggio visivo nei luoghi torinesi che saranno attraversati dalla prima tappa della Corsa Rosa, e un tributo all’impianto di corso Casale 144, scenario di epiche gare ciclistiche. 

Esposizione del trofeo del Giro d’Italia
Dal 22 aprile al 4 maggio, in Galleria San Federico, verrà esposto al pubblico il trofeo della Corsa Rosa. A cura di RCS

Giroland – il villaggio del Giro d’Italia
Dal 2 al 4 maggio, nei giorni che precedono l’arrivo di tappa, piazza Vittorio Veneto ospiterà Giroland, il villaggio dedicato ai fan del Giro. Il villaggio sarà un vero e proprio punto di riferimento per i cicloamatori che potranno partecipare a flashmob e a pedalate collettive per le vie della città, con il coinvolgimento delle famiglie e dei più piccoli. A cura di RCS
Orari di apertura: giovedì 2 maggio ore 17.00-22.00; venerdì 3 maggio ore 14.00-22.00; sabato 4 maggio 13.30-19.00.

Un menù tutto giallo per il Tour de France
In occasione del passaggio della tappa del Tour de France, Torino e il Piemonte propongono uno speciale itinerario del gusto in cui le eccellenze gastronomiche del territorio si intrecciano con il ciclismo e la sua storia, dando vita ad una narrazione che attraverserà idealmente il percorso affrontato dai ciclisti. Per l’occasione sarà proposto un menù tutto giallo con tre prodotti tipici – un cocktail, un piatto e un dolce – legati ai territori attraversati dalla tappa piemontese: l’Alessandrino, Langhe-Monferrato-Roero e il Torinese. Per il capoluogo il pasticcere Giovanni dell’Agnese proporrà una personale rielaborazione del gianduiotto, che si vestirà di giallo in onore del Tour de France. A cura della Regione Piemonte

TALK E INCONTRI
Una serie di incontri e talk gratuiti a tema ciclismo, con numerosi ospiti –  giornalisti, opinionisti, ex corridori – che accompagneranno l’attesa di torinesi e appassionati verso le due tappe del Giro d’Italia e del Tour de France. 

PAGINE IN VOLATA
Le biblioteche civiche torinesi e il Circolo dei Lettori ospiteranno sei talk ad accesso libero, moderati dal giornalista sportivo Massimiliano Muraro. Il ciclo di incontri si è aperto il 15 aprile alla Biblioteca Geisser, con Franco Bocca che ha presentato il suo libro “La Torino del Cit – Campioni e gregari della provincia più rosa d’Italia”. 

Il calendario degli incontri:

Venerdì 19 aprile, ore 17.30
Il Giro d’Italia è la Spedizione dei Mille
Biblioteca civica Centrale – via della Cittadella 5
Paolo Viberti presenta il suo libro “I dannati del pedale”.  Storica penna del giornalismo sportivo, Viberti racconta da vicino, con testimonianze originali, campioni osannati, criticati, demoliti, icone di una passione che rasenta la follia: quella per una scalata, una volata, una fuga in solitaria.

Venerdì 3 maggio, ore 17.30
Chiedimi chi era Pantani
Biblioteca civica Centrale – via della Cittadella 5
Francesco Ceniti presenta il suo libro “Chiedimi chi era Pantani”, che ripercorre la vita del Pirata con una prospettiva e una voce inusuale: quella di un padre che racconta al figlio la storia del proprio mito.

Mercoledì 29 maggio, ore 18
Franco Balmamion e l’epica del Giro: il racconto del vincitore della Corsa Rosa nel 1962 e 1963
Circolo dei Lettori, sala Grande – via Bogino 9
L’ex ciclista Franco Balmamion racconterà la sua vita in sella alla bicicletta, i suoi successi e i tanti aneddoti legati ai grandi campioni del passato che insieme a lui hanno condiviso gioie e dolori, passioni e fatiche di questo affascinante sport.
Franco Balmamion (Nole, 11 gennaio 1940) è stato protagonista del ciclismo italiano negli anni Sessanta. Ha vinto il Giro d’Italia per due anni consecutivi – nel 1962 e nel 1963 –  fatto curioso, senza mai aggiudicarsi una tappa. Nel 2023 è stato introdotto nella prestigiosa Hall of Fame del Giro d’Italia.  Incontro a cura della Regione Piemonte

Venerdì 17 giugno, ore 17.30
Il corno di Orlando. Vita, morte e misteri di Ottavio Bottecchia
Biblioteca civica Villa Amoretti – corso Orbassano 200
Claudio Gregori, attingendo a una mole di documenti senza precedenti, ha riscritto la storia definitiva di uno dei più grandi campioni del pedale, un Cyrano sgraziato con gli occhiali da aviatore e il tubolare a tracolla, capace però di dominare il Tour più di Bartali e Coppi.

Lunedì 10 giugno, ore 18.30 
Beppe Conti, Il Giallo del Tour. Trionfi e tragedie, segreti e misteri della corsa più importante del mondo
Circolo dei Lettori, sala Piccola – via Bogino 9
Giornalista e opinionista Rai, esperto di storia del ciclismo, Beppe Conti racconta la Grande Boucle attraverso le imprese e le disfatte dei suoi protagonisti. Incontro a cura della Regione Piemonte

FUORICLASSE LIVE – Tour à Turin
Dal 27 al 30 giugno, nei giorni che precedono l’arrivo di tappa del Tour de France, il Salone del Libro di Torino presenta un palinsesto di otto incontri dedicati alla cultura sportiva del ciclismo, con le presentazioni di libri a tema, reading, talk e dibattiti, tutti gratuiti, ospitati nelle sale di Palazzo Madama.  Tra i talk in programma, spiccano gli incontri con Fabio Genovesi, Marco Pastonesi (autore del libro “Pantani era un Dio”, 66thand2nd), Luca Gregorio e Riccardo Magrini (autori del libro di “Vicini alle nuvole. I grandi scalatori del ciclismo moderno”, Hoepli). E inoltre, un reading con le migliori pagine scritte da Gianni Mura durante i suoi anni come inviato al Tour de France.

MOSTRE 
I portici di Torino accoglieranno sotto le loro volte tre mostre fotografiche che vedono come protagonista assoluta la bicicletta, raccontata sia come mezzo di trasporto nella quotidianità della vita cittadina sia nelle gesta sportive dei protagonisti del Giro d’Italia e del Tour de France, anche in relazione alle vicende storiche.  Una mostra all’Archivio Storico della Città ripercorrerà, inoltre, due secoli di grandi eventi internazionali ospitati dalla città di Torino. 

Dal 12 aprile al 5 maggio
Torino e il Giro. Tra ricostruzione e boom economico
Portici di via Po lato sinistro, da piazza Castello a via Rossini
Una mostra fotografica documenta gli anni ’50 e ’60 di Torino, quelli della ricostruzione post-bellica e del boom economico. Alle immagini d’epoca della città in fermento sono accostate le fotografie delle partenze e degli arrivi del Giro d’Italia a Torino; dal 1947, in pieno periodo post-bellico, fino al 1961, quando, durante i festeggiamenti del Centenario dell’Unità d’Italia, la prima tappa della Corsa Rosa è partita e arrivata a Torino, in omaggio alla prima capitale. Mostra a cura dall’Archivio Storico e della divisione Grandi eventi e Promozione turistica della Città di Torino, in collaborazione con RCS Sport

Dal 27 aprile al 31 dicembre
(Inaugurazione sabato 27 aprile dalle ore 14 alle 19) 
Torino Universale. Due secoli di grandi eventi
Archivio Storico Città di Torino, via Barbaroux 32
Aperta da lunedì a venerdì dalle ore 8.30 alle 16.30 (chiuso sabato e festivi) con ingresso libero 
Perché Torino è stata o è famosa nel mondo? Spesso viene ricordata quale prima capitale d’Italia e come città industriale, ma a ciò si affiancano altri motivi, scaturiti dall’ingegno, dalle capacità organizzative e dalla fantasia dei torinesi che hanno portato la nostra città alla ribalta del mondo. Nel panorama nazionale, Torino ha dato i natali allo sport, al cinema, alla moda, all’automobile, alla televisione… Qui sono transitati i Mondiali di calcio, le Universiadi, le Olimpiadi Invernali, il Giro d’Italia e il Tour de France (la mostra espone, tra gli altri, rari documenti relativi al primo Giro, del 1909, e fotografie d’epoca), le ATP Finals, per citarne solo alcuni. Veicolo di diffusione della cultura, sono anche i musei che dai tempi del Grand Tour portano a Torino schiere di turisti: tra questi il Museo Egizio, una delle maggiori attrazioni della città, oggi come ieri. Anche la filatelia ha celebrato manifestazioni e anniversari torinesi: è qui presentata una selezione dei francobolli della preziosissima raccolta donata dall’avvocato Bruno Segre all’Archivio della Città.

Dal 31 maggio al 1 luglio
Bellezza in bicicletta
Portici di piazza Palazzo di Città 
Un racconto per immagini sull’utilizzo quotidiano della bicicletta in città, una storia secolare ripercorsa attraverso immagini d’archivio. Sfileranno davanti agli occhi dei visitatori quegli eventi di vita cittadina in cui ci si muoveva, naturalmente, pedalando. Una storia di successo, quella delle due ruote, simbolo di indipendenza e di libertà che non è mai passato di moda e che oggi sta conoscendo una seconda giovinezza, come mezzo per muoversi in modo sano e sostenibile nelle nostre città. Mostra a cura dell’Archivio Storico della Città di Torino.

Dal 5 giugno al 1 luglio 
Le Grands Départs nella storia del Tour
Portici di via Po lato destro, da piazza Castello a via Accademia
Il Tour de France 2024 partirà dall’Italia e in tre tappe toccherà tre Regioni: oltre al Piemonte, anche la Toscana e l’Emilia Romagna. La mostra, allestita sotto i portici di via Po, è un appassionante racconto fotografico delle Grands Départs del Tour ospitate al di fuori dei confini francesi dal 1953 al 2023.

RASSEGNA DI FILM
CINEMA IN SELLA
L’incontro tra il mondo delle due ruote e il cinema è un connubio in grado di regalare forti emozioni. La rassegna cinematografica ospitata al Cinema Massimo, con la selezione di 12 pellicole dove la bicicletta è assoluta protagonista, sarà imperdibile per chi ama il ciclismo in tutte le sue forme. A cura del Museo Nazionale del Cinema, in collaborazione con Città di Torino e Regione Piemonte.
Biglietti: intero euro 6 – ridotto (Aiace, studenti universitari e over 60) euro 4.
Proiezioni presso la Sala 3 del Cinema Massimo, via Verdi 18.

Il calendario dei film in programma:

Sabato 18 maggio, ore 16.00 
Appuntamento a Belleville (Le triplettes des Belleville) di Sylvain Chomet (Belgio 2002, 78’, HD, col.)

Sabato 18 maggio, ore 18.00
Ladri di Biciclette di Vittorio De Sica (Italia 1948, 88’, DCP, b/n)

Sabato 18 maggio, ore 20.30
Le biciclette di Pechino (Shi qi sui de dan che) di Wang Xiaoshuai (Cina 2001, 113’, video, col., v.o. sott. it.)

Domenica 19 maggio, ore 16.00 
Ride di Jacopo Rondinelli (Italia 2018, 102’, HD, col.)

Domenica 19 maggio, ore 18.00
The Program di Stephen Frears (Gran Bretagna 2015, 103’, HD, col., v.o. sott. it.)

Mercoledì 21 maggio, ore 18.00
Il ragazzo con la bicicletta (Le Gamin Au Vélo) di Luc e Jean-Pierre Dardenne (Belgio/Francia 2011, 87’, DCP, col., v.o. sott. it.)

Sabato 22 giugno, ore 16.30 
Senza Freni (Premium Rush) di David Koepp (Usa 2012, 92’, col., v.o. sott. it.)

Sabato 22 giugno, ore 18.30 
La banda della BMX (BMX Bandits) di Brian Trenchard-Smith (Usa 1983, 88’, col., v.o. sott. it.)

Sabato 22 giugno, ore 20.30 
The Racer di Kieron J. Walsh (2020) (Irlanda/Lussemburgo/Belgio 2020, 95’, col., v.o. sott. it.)

Domenica 23 giugno, ore 16.30 
Giorno di Festa (Jour de fête) di Jacques Tati (Francia, 1949) (Francia 1949, 83’, b/n, v.o. sott. it.)

Domenica 23 giugno, ore 18.30 
The Day I Became a Woman di Marzieh Meshkini (Iran 2000, 78’, col., v.o. sott. it.)

Domenica 23 giugno, ore 20.30 
Wonderful Loosers – A Different World di Arunas Matelis (Lituania/Italia/Svizzera 2017, 71’, col., v.o. sott. it.)

CONCERTI E ANIMAZIONE DIFFUSA

Domenica 5 maggio (ore 21) e domenica 2 giugno (ore 15)
Da Beethoven a Bartali
L’Orchestra Giovanile dell’Arsenale della Pace, special guest Federico Sacchi
Conservatorio Giuseppe Verdi – piazza Bodoni
Il Laboratorio del Suono del Sermig propone due concerti a tema con un programma emozionante e di spessore volto a collegare musica e suggestioni ciclistiche e sportive. I due concerti eseguiti dall’Orchestra Giovanile dell’Arsenale della Pace, diretta da Mauro Tabasso, avranno come special guest Federico Sacchi, musicteller torinese che con il suo racconto evidenzierà il fil rouge dei brani proposti dall’orchestra e dai solisti. Ingresso libero con iscrizione su Eventbrite.

1 e 2 giugno 
Festa per il Tour de France
Nel primo week end di giugno una grande festa coinvolgerà la città in omaggio al Tour de France. Oltre al concerto “Da Beethoven a Bartali” in programma al Conservatorio di Torino domenica 2 giugno (ore 15) le strade e le piazza saranno invase da parate musicali e da tanti eventi speciali, anche a sorpresa. 

ATTIVITÀ PER BAMBINI E RAGAZZI 

Tutti in sella
Laboratori per i ragazzi dei Centri Estivi e per i bambini delle scuole d’Infanzia, a cura della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani
Il linguaggio teatrale fornisce punti di vista differenti e approfondisce in modo creativo argomenti complessi. Il teatro è uno strumento privilegiato di dialogo e formazione. Il corso si propone di indagare attraverso il teatro, in modo ludico e creativo, il mondo della bicicletta. Si costruiranno biciclette fantastiche con l’utilizzo del materiale di recupero, si impareranno le semplici regole sulla sicurezza, si giocherà a suon di musica e ci si divertirà con esercizi per stimolare l’equilibrio, la coordinazione e l’attenzione. 

Lunedì 24 giugno
Pedala!
Casa Teatro Ragazzi e Giovani
Spettacolo teatrale tratto da “La corsa giusta” di Antonio Ferrara (Coccole Books)
Compagnia: Associazione Retroscena – Luna e Gnac Teatro
Regia Carmen Pellegrinelli
Gino Bartali e sua moglie Adriana raccontano le origini di un paese fragile e bellissimo, l’Italia più vera e piccola. Due voci complementari, maschile e femminile, ci riportano nell’Italia del fascismo e del Dopoguerra. Lo sguardo di Adriana per prendere coscienza del ruolo civile delle donne nella ricostruzione dell’Italia democratica e quello di Gino, ciclista e intramontabile fuoriclasse.

TORINO BIKE DAYS
Dopo il successo della prima edizione tornano i Torino Bike Days, con decine di eventi e iniziative, aperte a tutti, per promuovere l’utilizzo della bicicletta non solo in chiave sportiva, ma soprattutto come mezzo di mobilità sostenibile. 

Sabato 13 aprile, ore 9.30-17.00
EASY RIDERS – Pedalata in Rosa
Ritrovo in piazza Carlo Felice (fronte Porta Nuova)
In vista della tappa del Giro d’Italia del 4 maggio, Fiab Torino Bike Pride ha organizzato una pedalata per cicloamatori verso la Reggia di Venaria (da cui partirà la prima tappa) ed il parco della Mandria, di circa 45 km, seguendo un tratto della Corona di Delizie.

Venerdì 19 aprile
BIKE TO SCHOOL – Aspettando il Giro
L’iniziativa nasce per sensibilizzare gli studenti e i loro genitori sull’importanza di andare in bici a scuola, per la salute, la qualità dell’aria e dello spazio pubblico. Famiglie e studenti condividono il tragitto casa-scuola, con appuntamenti in ogni quartiere e un percorso prestabilito. Dress code: un tocco di rosa!

Venerdì 3 maggio
Cane Vecchio Sa-und
Motovelodromo Fausto Coppi – corso Casale 144
Dall’amicizia nata durante le telecronache di ciclismo fra Luca Gregorio, Riccardo Magrini nasce Cane Vecchio Sa-Und, uno spettacolo fatto di buona musica alternata ad aneddoti e racconti direttamente dal dietro le quinte delle corse e delle telecronache.

Domenica 12 maggio
Granfondo internazionale Briko Torino
Nona edizione della Granfondo internazionale Briko, corsa di 112 chilometri aperta a tutti, con partenza dal Motovelodromo di corso Casale e arrivo davanti alla Basilica di Superga. Info su https://granfondotorino.it

Domenica 12 maggio
BIMBIMBICI
Manifestazione nazionale FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) per promuovere la mobilità attiva e diffondere l’uso della bicicletta tra giovani e giovanissimi. A cura di FIAB Torino Bici & Dintorni. Info su www.biciedintorni.it

Domenica 12 maggio 
La mappa del pirata. Guida sentimentale ai luoghi di Pantani
Motovelodromo Fausto Coppi
Presentazione del libro di Giacomo Pellizzari. Evento Salone off

Dal 15 al 31 maggio
Scuola in Bici 
Centro commerciale Lingotto, via Fenoglietti 15
Un laboratorio di mobilità sostenibile per tutti, con uno spazio dedicato alle scuole, su tematiche di educazione stradale, mobilità attiva, qualità dell’aria e progettazione dello spazio pubblico. A cura di FIAB Torino Bici & Dintorni. Info su www.biciedintorni.it

Dal 24 al 26 maggio
Bike up Electric Bicycle Power festival
Murazzi del Po
Festival internazionale sulle e-bike, il cicloturismo e la mobilità elettrica leggera, all’aperto e gratuito. Tre giorni di esposizione, incontri dedicati alla mobilità elettrica e al turismo sostenibile, area kids, attività con gli operatori del settore cicloturismo e soprattutto tante opportunità per provare le e-bike anche con tour guidati. Info su www.bikeup.eu

Domenica 2 giugno, ore 16
Pedalata da Stupinigi a Torino 
In occasione delle giornate del cicloturismo “Eurovelo 8 da Cuneo a Torino”, FIAB Torino Bici & Dintorni propone una pedalata pomeridiana, facile e aperta a tutti, dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi (dove verrà accolto il gruppo in arrivo da Cuneo) al centro città. Iscrizione gratuita su www.biciedintorni.it

2 e 5 giugno 
Una Bici per pensareLaboratorio per le scuole
Museo A come Ambiente – corso Umbria 90 
FIAB Torino Bici & Dintorni propone due laboratori dedicati alla bicicletta presso il MAcA (Museo A come Ambiente). Il primo è in programma domenica 2 giugno ed è aperto a tutte le famiglie che visitano il museo; il secondo coinvolgerà le scuole ed è in programma mercoledì 5 giugno, giornata mondiale della Bicicletta e dell’Ambiente. 

8-9 giugno
Canavesana
Motovelodromo Fausto Coppi
Competizione di bici storiche, con villaggio, partenza e arrivo dal Motovelodromo Fausto Coppi, sesta tappa del giro d’Italia in bici d’epoca. Sabato 8 giugno: pedalata enogastronomica vintage di 15 km e concorso Miss e Mister Velodromo. Domenica 9 giugno: Ciclostorica di 65 km che tocca Pino Torinese, Superga, Rivodora, Chivasso, Brandizzo, San Mauro e ritorno.

Sabato 15 giugno
6SuperGaS
Una sfida con se stessi, con l’obiettivo di arrivare 6 volte a Superga da 6 versanti diversi, per un totale di 147 km e 3000D. Manifestazione riservata a ciclisti tesserati e in possesso di visita medico sportiva agonistica. Partenza alla francese dalle ore 7.30/8.30 dal campo sportivo di Gassino Torinese, via Diaz 56. Iscrizioni su www.bussolinosport.it

Domenica 16 giugno, dalle ore 9.45 alle 12.30
Su due ruote lungo la Dora
Partenza e rientro presso BeeOzanam, via Foligno 14 
Una pedalata cicloturistica lungo le sponde del fiume Dora, sulle tracce della storia industriale della Circoscrizione 5 con relative testimonianze. Rinfresco all’arrivo. 

Venerdì 21 giugno, dalle ore 20
Night-Tri 
Motovelodromo Fausto Coppi – corso Casale 144
Nella notte tra il 21 e il 22 giugno, dalle 20 di sera alle 8 di mattina, dieci squadre si sfideranno in una maratona di mini triathlon all’interno del Motovelodromo. 

Venerdì 21 giugno, dalle ore 23
TO-night
Motovelodromo Fausto Coppi – corso Casale 144
Una manifestazione ciclistica notturna, con un giro per le strade della città con partenza intorno alle 23-24 e rientro alle 7 del mattino.

Sabato 29 giugno, dalle ore 10.30
Tutti in Bici! Benvenuto Tour de France
La mattina, con ritrovo in Piazzale Grande Torino lato corso Galileo Ferraris, viene proposta una pedalata della durata di circa due ore, rivolta a tutte le età, nella zona dove il 1 luglio arriverà la tappa del Tour de France. Il pomeriggio a partire dalle 17.30, il Circolo Sporting La Stampa ospiterà una evento speciale dedicato al Tour de France, con riflessioni di giornalisti e scrittori esperti di ciclismo e, a seguire, uno spettacolo musicale su note francesi ispirate alla Grande Boucle.
A cura dell’associazione ciclistica Anemos in collaborazione con la Circoscrizione 2.

Scopri di più su www.turismotorino.org/torinotoride

Apr 16


Questa mattina i cittadini di Torino si sono svegliati con un orso polare in Piazza Castello.

In molti hanno pensato ad uno scherzo o, viste le temperature quasi estive del periodo, ad una trovata pubblicitaria di qualche azienda produttrice di gelati.

Ma la realtà è ben diversa!

L’orso è stato scelto, invece, come ‘mascotte’ dalla Giornata della Terra di Torino â€“ organizzata e promossa a da AWorld e Club Silencio, con il sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo â€“ che si svolgerà sabato 20 aprile nella cornice dei Musei Reali, tra la Piazzetta e i Giardini, dalle 9.00 alle 24.00.

La scultura di ghiaccio, posizionata proprio di fronte all’area dove si svolgerà la manifestazione, non solo vuole ricordare alla città l’evento che si svolgerà tra qualche giorno, ma ha l’obiettivo di sensibilizzare e fungere da monito rispetto ad una tematica molto attuale: i cambiamenti climatici.

Il mammifero, in rapido scioglimento, grazie ad un linguaggio immediato, semplice e facilmente comprensibile a chiunque, ha l’obiettivo di raccontare come l’aumento delle temperature, causate dall’inquinamento, causi lo scioglimento dei ghiacciai, l’innalzamento del livello dei mari e comporti, oltre a molti pericoli correlati, anche la perdita di biodiversità.

Un’installazione artistica che rappresenta, così, alla perfezione il claim della Giornata della Terra “Un clima di cambiamento può portare ad un cambiamento del clima”. Un monito e una call to action per i cittadini di Torino che, partecipando all’evento di sabato, potranno acquisire consapevolezza e prendere parte al cambiamento non solo imparando alcune buone pratiche green ma anche realizzando azioni individuali virtuose (grazie alla app AWorld).

L’orso, alto 1,80 metri e largo 1, è stato realizzato utilizzando 1.000 litri di acqua (che sarà poi raccolta da una vasca ideata appositamente per evitare sprechi) e ha richiesto il lavoro di 2 persone che, in circa 36 ore, l’hanno creato intagliando e modellando blocchi di ghiaccio.

Potrà essere visibile, fino al suo scioglimento completo… augurio che ciò non avvenga anche in Natura e che i piccoli gesti quotidiani del singolo contribuiscano a cambiare il destino, già tristemente segnato, di questi splendidi esemplari!

www.giornatadellaterra.it