preload
Sep 13


Novità, sul piazzale di Eataly Torino Lingotto: l’Or-TO, l’Orto Urbano di Nizza Millefonti, inaugurato ad Aprile, si trasforma seguendo le stagioni.
L’orto si trasforma in Vigne-TO, il primo vigneto urbano del Quartiere Nizza-Millefonti, realizzato con il Patrocinio della Regione Piemonte, della Città di Torino e della Circoscrizione 8. Continua così il progetto intrapreso con Orti Alti che vuole donare alla comunità uno spazio in cui parlare di stagionalità, antichi mestieri e sostenibilità ambientale.
Presenti all’inaugurazione del vigne-TO l’Assessore alle Politiche per l’ambiente della Città di Torino Alberto Unia, il Presidente del Consiglio della Circoscrizione 8 Davide Ricca e Antonella Parigi, Assessora alla Turismo della Regione Piemonte.
Dal mese di settembre, Vigne-TO sarà protagonista di molti eventi aperti alla città. Primo appuntamento sarà la Giornata della Vendemmia, domenica 24 settembre, con tante attività ludico-didattiche per tutta la famiglia.

Taggato con:
Nov 18


Jasmine Trinca, madrina dell’edizione 2016, dedicata a David Bowie, insieme alla direttrice del festival Emanuela Martini e Gabriele Salvatores, guest director di questa edizione hanno inaugurato ufficialmente il 34° Torino Film Festival all’Auditorium Giovanni Agnelli – Lingotto, prima della proiezione di Between Us di Rafael Palacio Illingworth (USA 2016, 93’), film su una coppia di trentenni in crisi a Los Angeles.

158 lungometraggi, 17 medi e 38 corti, 46 opere prime o seconde, 43 anteprime mondiali, 25 internazionali, 8 europee e 73 prime italiane con l’immagine scelta per il festival, tratta dal film Absolute Beginnes diretto da Julien Temple nel 1986, in omaggio David Bowie
Questa è la 34^ edizione del Torino Film Festival in programma fino al 26 novembre, che apre con la commedia drammatica BEETWEEN US di Rafael Palacio Illingworth.
Tante le sezioni e gli ospiti tra cui Paolo Sorrentino, Nanni Moretti, Roberto Bolle, Caterina Caselli, Rita Pavone, Jasmine Trinca, Costa Gavras, Riccardo Scamarcio, Gabriele Salvatores, Alberto Munzi, Christophe Doyle, Altan, Gianni Amelio, Denis Lavant e Daniele Segre.
Per la sezione Festa mobile tra i titoli più in rilievo troviamo “Sully” di Clint Eastwood su Chesley Sullenberger che portò il volo 1549 della Us Airways con i motori in avaria sulle acque dell’Hudson, “Elle” di Paul Verhoeven e con Isabelle Huppert, “Free State Jones” di Gary Ross conMatthew McConaughey, “A Lullaby To The Sorrowful, Mystery” di Lav Diaz che con le sue 8 ore di durata ha già avvinto la platea di Berlino 2016. La giuria quest’anno sarà presieduta dal grande direttore della fotografia americano Sarà Ed Lachman e vedrà la partecipazione dello scrittore e regista canadese Don McKellar, del direttore generale di German Films Service Mariette Rissenbeek, del regista romeno Adrian Sitaru e dell’attrice israeliana Hadas Yaron.

www.torinofilmfest.org

Taggato con:
Nov 03


Giovani artisti, avanguardie, stand curati, presentazioni di alto livello e un numero sempre crescente di rinomati curatori internazionali che contribuiscono all’elevata selettività e ricerca delle presentazioni in mostra, capaci di attrarre collezionisti sofisticati da tutto il mondo e un pubblico attento.

L’edizione 2016 di Artissima, all’Oval Lingotto Fiere dal 4 al 6 novembre, si sviluppa su due assi fondamentali: da un lato l’impegno a potenziare la sperimentazione artistica e curatoriale, dall’altro l’esplorazione del concetto di performatività, che attraversa come spunto tematico le sezioni e il progetto In Mostra, attivando dall’interno la fiera, i suoi attori e i suoi oggetti.

Le sezioni Back to the FuturePresent FuturePer4m si arricchiscono di nuovi spunti e visioni. Per4m, la sezione performativa della fiera, evolve nuovamente il format inaugurato nel 2014 trasformandosi in un progetto inedito curato dal collettivo olandese If I Can’t Dance, I Don’t Want To Be Part Of Your Revolution.

Una nuova attenzione all’approccio curatoriale è posta anche sulla sezione New Entries, dedicata alle giovani gallerie, per la prima volta riunite in una posizione esclusiva all’ingresso della fiera. Inoltre la nuova sezione Dialogue, che presenta negli stand progetti specifici e curati, si aggiunge alle tradizionali Main SectionArt Editions.

Il concetto di performatività applicato alla pratica curatoriale si sviluppa nell’edizione 2016 di In Mostra, l’ambizioso progetto espositivo a cura di Simone Menegoi incentrato sul rapporto tra corpo umano, gesto e postura.

Ad approfondire l’invito alla sperimentazione e la volontà di mettersi alla prova della fiera stessa è il talk dedicato “What is Experimental?” a cura di Stefano Collicelli Cagol.

Artissima, per il quinto anno consecutivo sotto la direzione artistica di Sarah Cosulich, si riconferma una fiera in grado di trasformarsi e arricchirsi di innovazione. Punto di riferimento nel sistema mondiale dell’arte per la qualità rigorosamente selezionata delle opere e delle gallerie che ospita, per la capacità di anticipare le tendenze del mercato nazionale e internazionale e per l’attenzione senza precedenti al ruolo del curatore e della sperimentazione in ambito fieristico.

www.artissima.it

[fonte: www.inpiemonteintorino.it]

Taggato con: