preload
Apr 06


Dal 14 aprile si potrà visitare Torino muovendosi per la città a bordo di tricicli a pedalata assistita che, oltre al pedalatore, possono trasportare due adulti e un bambino: tre i tour turistici proposti inizialmente, da 60, 30 e 15 minuti, con una audioguida.
Bici-t, questo il nome del servizio, è stato illustrato oggi all’Urban center Metropolitano. “Abbiamo presentato questo progetto – commenta Elisa Gallo, presidente dell’omonima società – perché crediamo che una mobilità nuova, più sostenibile, che alleggerisca i nostri centri storici dalla congestione del traffico a motore possa coinvolgere anche il turismo, in forte crescita negli ultimi anni.”
Ma Bici-t non si vuole limitare al servizio turistico e i suoi soci “fermamente convinti che la bikenonomics, l’economia legata alla bicicletta, possa avere una ricaduta economica, sociale e culturale positiva per il territorio” nel futuro vedono un’espansione in altri ambiti: il cicloturismo, il trasporto merci, la logistica per eventi, il trasporto di categorie svantaggiate e l’impegno in progetti sociali.
In collaborazione con Enhancers, Bici-t si sta inoltre sviluppando una app per gestire tutto il tour, dalla prenotazione ai selfie ambientati lungo il percorso.
Il progetto è stato supportato da Facilito Giovani per il programma Torino Social Innovation della Città di Torino, come proposta imprenditoriale nel campo nell’innovazione sociale.

Taggato con:
Jul 03


Domenica 3 luglio in migliaia son tornati a pedalare insieme per “conquistare” la città: si è svolta infatti la settima edizione del Bike Pride con partenza ancora una volta dal Valentino. Lo slogan di quest’anno è stata, “Prendiamoci la città”.

Alla partenza alle ore 16 anche la sindaca Chiara Appendino, con percorso – corso Cairoli, corso San Maurizio, corso Regio Parco, Lungo Dora Firenze, Lungo Dora Napoli, Corso Principe Oddone, piazza Baldissera, corso Principe Oddone, piazza Statuto, corso Inghilterra, corso Vittorio Emanuele II, per poi rientrare al Parco del Valentino.

Un aiuto al Bike Pride anche da ToBike, che ha messo a disposizione dei propri abbonati l’utilizzo gratutio delle bici per tutta la giornata, dalle ore 8 alle ore 20. Da Triciclo invece un’officina mobile per il controllo della biciletta prima e durante la manifestazione.

“La richiesta politica di Bike Pride Fiab Torino quest’anno vuole affrontare il nodo dei rapporti fra le associazioni del territorio e l’Amministrazione della Città – spiegano gli organizzatori – . Per rendere stabili e trasparenti i meccanismi di coinvolgimento dei cittadini Bike Pride propone l’istituzione di una Consulta ufficiale sui temi riguardanti la mobilità ciclabile e la moderazione del traffico”.

Taggato con:
May 26


La XVIII tappa del Giro d’Italia è partita questa mattina alle 11.10 da Muggiò il paese che, con i suoi 23.421 abitanti, dal 2009 ha cambiato provincia passando da quella di Milano alla neo provincia di Monza e della Brianza (MB). La cittadina lombarda ha dato i natali alla schermitrice olimpionica Arianna Errigo e al velocista Giacomo Nizzolo, Maglia Rossa al Giro d’Italia 2015.
Per i primi 170 chilometri la carovana rosa ha attraversato tutta la pianura Padana nord-occidentale da Milano e ha raggiunto Torino poco prima delle 14.30, lungo strade prevalentemente rettilinee e dalla carreggiata ampia.
All’arrivo a Torino sfilano 24 corridori fuggitivi con 11 minuti di vantaggio sul gruppo.
Dopo aver attraversato tutta la città, la carovana del Giro d’Italia ha infine lasciato la città, proseguendo verso la conclusione della tappa a Pinerolo.
Gli atleti faranno ritorno a Torino domenica 29 nella tappa conclusiva del Giro.

Taggato con: