preload
Oct 05


Stampe fotografiche originali, disegni preparatori per i lungometraggi, cortometraggi inediti, video musicali, making-of e montaggi con le sequenze più celebri e rappresentative.

Materiali eterogenei e preziosi di una mostra – al Museo nazionale del Cinema – Mole Antonelliana dal 6 ottobre al 9 gennaio 2017 – che ricostruisce interamente la carriera artistica di Gus Van Sant, dalle polaroid degli inizi, agli acquerelli, passando per i dipinti e i cut-up fotografici. Al centro, naturalmente, il suo cinema, con tutte le influenze letterarie, artistiche e musicali che lo contraddistinguono.

Tra i più interessanti registi statunitensi della scena indipendente, Gus Van Sant è un artista poliedrico e attivo su diversi fronti, oltre al cinema: la pittura, la fotografia, la scrittura. Elementi comuni a tutti i linguaggi sono il paesaggio urbano di Portland, gli spazi desertici, le visioni intermittenti, una certa percezione alterata della giovinezza, ispirata alle istanze della beat generation.

La mostra è un progetto de La Cinémathèque française in coproduzione con il Museo Nazionale del Cinema, il Musée de l’Elysée e la Cinémathèque suisse di Losanna.

Tutte le informazioni sul sito del Museo Nazionale del Cinema

Taggato con:
Oct 24


Il 24 ottobre, 250 tra monumenti, chiese, templi, musei e altri siti rappresentativi, in 65 Paesi del mondo si sono illuminati di blu – il colore ufficiale dell’ONU, prendendo parte alla campagna globale per celebrare il 70° anniversario delle Nazioni Unite. A Torino il simbolo di ciò che unisce i popoli e nei cui valori questa città – che è sempre più un ponte tra le persone, le lingue, le culture e le religioni di tutto il mondo – si riconosce, è stato proiettato sulla Mole Antonelliana.
La copertura di questo evento planetario è globale, garantita sui social media dagli hashtag #UNBlue e #UN70, e condivisa con i milioni che seguono le Nazioni Unite su Instagram, Facebook, Twitter, Weibo, Flickr e altre piattaforme. SuUNIFEED e Flickr saranno disponibili foto dei monumenti illuminati di blu ONU di tutto il mondo.
Altre informazioni sull’iniziativa “Illumina il mondo di blu Onu” e sulle attività e celebrazioni relative al settantesimo anniversario delle Nazioni Unite su: www.un.org/UN70.

Taggato con:
Apr 02


Con una catena umana di oltre mille persone attorno alla Mole Antonelliana, un vero e proprio abbraccio collettivo, è terminata la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo, voluta dalle Nazioni Unite. Torino nei giorni precedenti il 2 aprile ha ospitato una mostra fotografica al Castello del Valentino e la rassegna cinematografica Cinemautismo. Durante la mattinata di giovedì si è svolto il convegno sulle prospettive e sulle opportunità legate alla Touch for Autism – t4A e nel pomeriggio, nella zona di via Montebello, sono stati allestiti stand delle associazioni operative sul territorio ed enti del Terzo Settore attivi nel campo dell’autismo, con momenti di animazione dedicati particolarmente ai ragazzi autistici. Alle 21 il blu ha avvolto la Mole Antonelliana.

L’abbraccio di Torino al suo simbolo è stato un abbraccio che idealmente ha coinvolto le oltre 500mila famiglie che in Italia lottano e vivono ogni giorno per garantire la serenità, l’istruzione e l’inclusione sociale e lavorativa alle persone autistiche.

Anche a Roma, al Quirinale, si sono svolti eventi per l’autismo. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha sottolineato che “la Giornata Mondiale per l’autismo è stata istituita perché ci si è resi conto che la mancanza di consapevolezza, l’ignoranza, il pregiudizio e il rifiuto di conoscere gli altri e confrontarsi con le diversità altrui e di farle proprie provoca discriminazione e questo approccio va contrastato”. Inoltre, il Presidente Mattarella si è augurato che la proposta di Legge sull’autismo, approvata dal Senato, venga approvata in tempi rapidi anche dalla Camera.

Taggato con: