preload
Sep 27


Il 27 settembre è stata inaugurata a Torino, in Piazza Solferino, la mostra itinerante internazionale con titolo: “ OCEAN PLASTICS LAB”, il cui tema portante è l’inquinamento della plastica nei mari e negli oceani, argomento per altro in questi giorni venuto alla ribalta sui media di tutto il mondo essendo di grande attualità.

Tutti i nostri avanzi plastici dalle bottiglie di plastica ai bicchieri di caffè, dai giocattoli ai sacchetti di plastica abbandonati sulle spiagge che arrivano nei mari  creano un grande danno alla flora e fauna marina, ma non solo, pur essendo immagini di questo tipo sotto gli occhi di tutti quotidianamente sembrano però passare inosservate.

Nonostante ciò quel che vediamo è una piccolissima parte della plastica che annualmente finisce nei mari e negli oceani.

Buona parte dei rifiuti di plastica non è infatti riconoscibile  a occhio nudo, la plastica si  riduce in piccole particelle che vengono disgregate dai raggi UV e dalle onde.

Una volta assunta questa forma non dovrebbe stupire che la plastica arrivi in ogni dove fermandosi per centinaia di anni per essere totalmente decomposta.

La mostra Ocean Plastics Lab è promossa dal Ministero Federale dell’Educazione e della Ricerca della Germania, in collaborazione con il Consorzio Tedesco per la Ricerca Marina (Konsortium Deutsche Meeresforschung, KDM) e con il supporto della Commissione Europea con l’obiettivo ino solo di sensibilizzare la popolazione sugli effetti dell’inquinamento provocato dalla plastica dispersa nei mari ma anche con la volontà di creare un dialogo tra scienza e società.

L’esibizione è itinerante: Torino è la prima tappa, a seguire, tra le varie città: Parigi, Bruxelles, Washington D.C. e Berlino.

L’interattività della mostra permette di raggiungere un vasto pubblico di grandi, piccini e in particolare le scuole per cui sono state organizzate visite guidate gratuite al fine di sensibilizzare e far riflettere chi ha davvero l’opportunità di poter cambiare le cose e crescere in un mondo migliore.

La mostra si sviluppa in quattro sale emozionali in Piazza Solferino dal 27 Settembre al 7 Ottobre dalle ore 9 alle ore 20 i giorni feriali, e fino alle 21 nei festivi.

L’esibizione è aperta a tutti ed è gratuita.

Per ulteriori informazioni: www.oceanplasticslab.net

Taggato con:
Nov 29


Enrica Borghi – artista nota per essere stata tra le prime a utilizzare, per la creazione dei suoi lavori, materiale riciclato – è una delle protagoniste delle Luci d’Artista. La sua opera ‘Palle di Neve’ ricorda i gelidi fiocchi che
d’inverno fluttuano lenti nel cielo e, in questa edizione è allestita nella pedonale via Garibaldi.
Le palle, hanno una base sferica di polistirolo e sono di 3 dimensioni: 80, 100 e 150 cm. Molte bottiglie, tagliate a metà e sfrangiate sono state incastonate con il collo nel nucleo di polistirene e incollate con del
silicone. Per una curiosa coincidenza, dal 3 dicembre al 15 gennaio, Palazzo Madama, (piazza Castello al fondo di via Garibaldi), ospiterà l’allestimento di fine anno di Madama Knit -progetto che prevede incontri di lavoro a maglia nella splendida cornice della Grande Aula del Senato – in cui le oltre 300 iscritte hanno creato 20 abiti-armatura e oltre 500 accessori sotto la direzione artistica della stessa Enrica Borghi.

Taggato con: