preload
Mar 06


Da oggi mentre si è in attesa di ritirare i medicinali, i clienti della Farmacia comunale 29 di via Orvieto 10/A potranno usufruire di un servizio in più: accedere al Totem di “TorinoFacile” e quindi richiedere e ottenere in tempo reale un certificato di nascita o di residenza o di usufruire di un servizio anagrafico, risparmiando tempo.

In specifico, grazie alla collaborazione tra la Città di Torino e Farmacie Comunali Torino S.p.A. attraverso lo sportello virtuale posto all’interno della Farmacia in pochi secondi sarà possibile ottenere certificati anagrafici, inoltrare la pratica di cambio indirizzo, e ancora, prenotare un appuntamento presso alcuni uffici comunali e, in generale, accedere a tutti i servizi del portale “Torino Facile”. Quindi, in estrema sintesi, ottenere indicazioni puntuali, accorciando così la distanza tra Amministrazione comunale e cittadino.

“In un’ottica di trasparenza, di partecipazione e soprattutto di maggiore efficienza – spiega l’Assessore ai servizi civici, sistemi informativi, Stefano Gallo – stiamo incrementando sempre più questo tipo di servizio alla cittadinanza. Grazie anche a questa nuova postazione che oggi abbiamo inaugurato, Torino è sempre più una città digitale. Un altro tassello si aggiunge, dunque, verso la realizzazione del piano di e-government della Città, il cui obiettivo principale è quello di rendere sempre più l’Amministrazione comunale trasparente, disposta all’ascolto, “on-line” 24 ore su 24 portando gli uffici ai cittadini e non viceversa, convinti come siamo che tutta una serie di pratiche possano essere espletate dai cittadini direttamente da casa, dall’ufficio e, da oggi, anche in farmacia”.

“In linea con quanto sintetizzato nel logo di Farmacie Comunali Torino, cioè ‘le più vicine a te – spiega la presidente di Farmacie Comunali Torino S.p.A. Susanna Fucini -, questa nuova iniziativa si lega allo spirito di servizio dell’azienda. Una ulteriore opportunità, grazie alla collaborazione con la Città di Torino, per rispondere alle necessità del cittadino anche in termini di risparmio del tempo: una risorsa ancor più importante per chi deve gestire problematiche di salute proprie o familiari. La farmacia si apre a ospitare uno strumento pensato per contribuire a migliorare la qualità della vita dei cittadini, perché una città più smart significa anche una città attenta al benessere dei cittadini”.

Taggato con:
Jul 04


Torino all’avanguardia, anche al centro commerciale.
Da oggi, 4 luglio, infatti, sono attivi i Totem di “Torinofacile” per abbattere le barriere della burocrazia puntando sulla tecnologia. Alla Galleria Auchan di Torino, per la prima in volta in Italia, chiunque tra i 5 milioni di persone che ogni anno popolano il Centro Commerciale, potrà richiedere un certificato di nascita o di residenza. Così, mentre si fa la spesa, o prima di andare dal parrucchiere, o passando per lo sportello della banca, da oggi la Città di Torino e la grande Piazza della Galleria Auchan offrirà un altro servizio innovativo che ha l’obiettivo di rendere la vita più semplice in una logica di collaborazione tra pubblico e privato. Il protocollo d’intesa sottoscritto dalla Città di Torino, Auchan s.p.a. e Gallerie Commerciali Italia S.p.A., consentirà ai clienti dell’ipermercato di poter accedere attraverso postazioni self service ad uso gratuito, ai servizi telematici della Città. Inoltre, grazie a questo accordo, i dipendenti delle due società avranno l’accesso alla rete “Torinofacile”.

La firma del protocollo è coerente al progetto “Reti amiche on the job” del Ministero per la Pubblica Amministrazione ed Innovazione il cui obiettivo principale è l’integrazione di reti aziendali, pubbliche e private che si affianchino agli sportelli della Pubblica Amministrazione per rendere possibile l’erogazione di servizi pubblici in via telematica, direttamente sui luoghi di lavoro utilizzando le credenziali di accesso già in possesso dei dipendenti ed usati per il riconoscimento sulla rete interna aziendale.

In specifico, sia attraverso lo sportello virtuale posto in Galleria, sia da una postazione PC degli impiegati sarà possibile richiedere e ottenere in pochi secondi, ad esempio, certificati anagrafici, inoltrare la pratica di cambio indirizzo, e ancora, prenotare un appuntamento presso alcuni uffici comunali e, in generale, accedere a tutti i servizi del portale “Torinofacile”. Quindi, in estrema sintesi, si ottengono indicazioni puntuali, si accorcia la distanza tra amministrazione comunale e cittadino e, soprattutto, si risparmia tempo.

“Vogliamo che Torino – sottolinea il Sindaco, Piero Fassino – sia sempre più una città digitale e in questa direzione stiamo lavorando. Per questo, in un’ottica di trasparenza, di partecipazione e soprattutto di maggiore efficienza, incrementeremo ancor di più i servizi di e-government e on line per i cittadini, così da aumentare un servizio che incide sulla qualità della vita di tutti”.

“Con l’istallazione dei due totem il cui costo è di solo 2.500 euro, un altro tassello – sottolinea l’Assessore ai servizi civici, sistemi informativi informa, Stefano Gallo – è stato posto per far sì che cittadini, imprese e professionisti possano espletare direttamente da casa, dall’ufficio e, in questo caso, anche andando al centro commerciale, pratiche burocratiche che normalmente devono essere effettuate di persona presso gli uffici del Comune. L’accordo che oggi abbiamo sottoscritto rientra nei progetti previsti dal piano di e-government il cui obiettivo principale è quello di rendere sempre più l’Amministrazione comunale trasparente, disposta all’ascolto, “on-line” 24 ore su 24 e di voler portare gli uffici ai cittadini e non viceversa, convinti come siamo che tutta una serie di pratiche possano essere espletate dai cittadini direttamente da casa o dall’ufficio e, da oggi, anche dall’ipermercato”.

“I servizi on line di Torinofacile realizzati per la Città di Torino – aggiunge il Direttore Generale del CSI Piemonte Stefano De Capitani – sono un esempio dell’impegno del CSI per far sì che le pubbliche amministrazioni possano dotarsi di servizi pubblici digitali a vantaggio della collettività, in modo coerente con quanto previsto dalla Agenda Digitale. La possibilità per i cittadini di accedervi anche attraverso postazioni multimediali installate in luoghi frequentati abitualmente contribuisce a raggiungere questo obiettivo”.

“Gallerie Commerciali Italia – spiega Edoardo Favro, amministratore delegato di Gallerie Commerciali Italia – è presente su tutto il territorio nazionale, e presenta al pubblico non solo un’offerta commerciale ampia e qualificata, ma un luogo che ad oggi rappresenta sempre più una piazza frequentata da milioni di persone. Il nostro obiettivo è quello di studiare e proporre servizi sempre più vicini al cittadino, capaci, quindi, di offrire contemporaneamente semplicità ed eccellenza. Per questo sono molto soddisfatto di questo accordo chiuso con la Città di Torino per proporre nelle nostre Gallerie dei servizi amministrativi comunali che possano aiutare e semplificare la vita quotidiana dei torinesi. Un plauso va certamente al Comune che dimostra, a mio parere, una apertura particolare verso i servizi digitali per il cittadino e verso la semplificazione della burocrazia. Gallerie Commerciali Italia, da parte sua, ha fortemente voluto questo accordo perché credo che, e lo dimostrano gli oltre 200 milioni di persone che ogni anno frequentano i nostri centri commerciali, di cui 5 milioni nella Galleria di Torino, oggi rappresentiamo non solo un importante segmento industriale del Paese, ma anche un punto di riferimento importante della vita quotidiana di ogni cittadino. Mettersi al servizio della gente, nella visione di Gallerie Auchan, significa offrire una gamma eterogenea e diversificata di utilità, avendo come obiettivo comune quello di semplificare la vita e rendere i servizi il più possibile semplice e accessibili. “Torinofacile”, e il nome lo dimostra, è un test che, se trovasse in altre amministrazioni la stessa volontà riscontrata con il Comune di Torino, potrà essere replicato nelle nostre Gallerie in tutta Italia, a dimostrazione che quando pubblico e privato perseguono i medesimi obiettivi possono davvero aiutare i cittadini nella vita di tutti i giorni abbattendo e semplificando le barriere della burocrazia”.

www.torinofacile.it

Taggato con:
Jun 06


Il protocollo firmato questa mattina tra Città e Camera di commercio di Torino permetterà ai dipendenti camerali di fruire dei servizi di “Torino Facile”. Così, senza recarsi agli sportelli del Comune, potranno stampare dai propri computer certificati anagrafici, fissare appuntamenti con alcuni uffici comunali per poter avere assistenza, ad esempio, su pratiche edilizie, Tarsu, Ici, pubblicazione matrimoni.
Inoltre, per diffondere in modo più ampio i servizi on line della Città, una postazione “Torino Facile” sarà a disposizione del pubblico nel salone d’ingresso al piano terra di Palazzo Affari. Imprenditori, professionisti e tutti coloro che a vario titolo si recheranno nella sede camerale potranno, dunque, accedere agli stessi servizi previsti per i dipendenti della Camera di commercio di Torino, risparmiando tempo e soprattutto senza fare code.
“La convenzione firmata oggi – spiega Stefano Gallo, assessore ai Servizi Civici e Sistemi Informativi della Città di Torino – rientra nel più ampio quadro del piano per lo sviluppo dei servizi di e-government presentato lo scorso novembre dalla Città di Torino e che rappresenta il perimetro ideale entro il quale troveranno attuazione tutte le azioni per lo sviluppo informatico comunale. Stiamo puntando ad una diffusione progressiva degli accessi alla rete e dei servizi on-line gratuiti e stiamo lavorando su più fronti: infrastrutture, nuove applicazioni, nuove modalità di gestione dell’informazione e dei servizi, in poche parole, un nuovo modo di intendere lo scambio d’informazioni – da e per il cittadino – secondo parametri di efficienza, efficacia e risparmio del proprio tempo”.
”Attraverso questo accordo – sottolinea Guido Bolatto, segretario generale della Camera di commercio di Torino – compiamo un passo ulteriore e concreto verso la dematerializzazione degli atti, la condivisione dei dati e dei servizi tra pubbliche amministrazioni e la sperimentazione di strumenti telematici innovativi. Tutti aspetti che si ritrovano nell’agenda digitale del Governo e che da sempre sosteniamo con convinzione. Non è un caso, infatti, se siamo state tra le prime Camere di commercio italiane a sperimentare la firma digitale e procedure innovative per le imprese come ComUnica e lo Sportello Unico delle Attività Produttive”.

Taggato con: