preload
Jun 06


Il protocollo firmato questa mattina tra Città e Camera di commercio di Torino permetterà ai dipendenti camerali di fruire dei servizi di “Torino Facile”. Così, senza recarsi agli sportelli del Comune, potranno stampare dai propri computer certificati anagrafici, fissare appuntamenti con alcuni uffici comunali per poter avere assistenza, ad esempio, su pratiche edilizie, Tarsu, Ici, pubblicazione matrimoni.
Inoltre, per diffondere in modo più ampio i servizi on line della Città, una postazione “Torino Facile” sarà a disposizione del pubblico nel salone d’ingresso al piano terra di Palazzo Affari. Imprenditori, professionisti e tutti coloro che a vario titolo si recheranno nella sede camerale potranno, dunque, accedere agli stessi servizi previsti per i dipendenti della Camera di commercio di Torino, risparmiando tempo e soprattutto senza fare code.
“La convenzione firmata oggi – spiega Stefano Gallo, assessore ai Servizi Civici e Sistemi Informativi della Città di Torino – rientra nel più ampio quadro del piano per lo sviluppo dei servizi di e-government presentato lo scorso novembre dalla Città di Torino e che rappresenta il perimetro ideale entro il quale troveranno attuazione tutte le azioni per lo sviluppo informatico comunale. Stiamo puntando ad una diffusione progressiva degli accessi alla rete e dei servizi on-line gratuiti e stiamo lavorando su più fronti: infrastrutture, nuove applicazioni, nuove modalità di gestione dell’informazione e dei servizi, in poche parole, un nuovo modo di intendere lo scambio d’informazioni – da e per il cittadino – secondo parametri di efficienza, efficacia e risparmio del proprio tempo”.
”Attraverso questo accordo – sottolinea Guido Bolatto, segretario generale della Camera di commercio di Torino – compiamo un passo ulteriore e concreto verso la dematerializzazione degli atti, la condivisione dei dati e dei servizi tra pubbliche amministrazioni e la sperimentazione di strumenti telematici innovativi. Tutti aspetti che si ritrovano nell’agenda digitale del Governo e che da sempre sosteniamo con convinzione. Non è un caso, infatti, se siamo state tra le prime Camere di commercio italiane a sperimentare la firma digitale e procedure innovative per le imprese come ComUnica e lo Sportello Unico delle Attività Produttive”.

Taggato con:
Nov 11


La Torino del futuro prossimo sarà una città dove non si prende il numero, perché “è sempre il tuo turno” e, quindi, non si dovranno più fare code estenuanti all’anagrafe, ma ottenere un certificato di famiglia semplicemente andando al supermercato, o ancora, si potrà telefonare in Comune per ricevere in “tempo zero” tutte le informazioni per aprire un’attività commerciale.
Queste solo alcune delle opportunità contenute nel piano “eGOV” presentato questa mattina dal sindaco Piero Fassino e dall’assessore ai servizi informativi, Stefano Gallo.
Con questo programma si vuole, in estrema sintesi, avviare un nuovo modo d’interagire con la Città affinché lo scambio d’informazioni – da e per il cittadino – possa avvenire in tempo reale, a doppio senso e nel rispetto del principio di trasparenza dell’attività amministrativa.
Ma, il futuro è già presente: al nuovo numero 011 011 011 – che si aggiunge quello del centralino 011 442.1111 – il Comune è sempre in linea. Digitandolo è possibile ricevere le ultime notizie da Palazzo Civico (ad esempio i ponti chiusi causa della possibile esondazione del Po). A seguire una voce accompagnerà il cittadino verso una serie di canali tematici come, ad esempio: premere “1” per la ZTL, “2” per il commercio e “3” per certificati anagrafici, ecc….; il prossimo passo di questo servizio sarà l’interazione e l’integrazione con alcune banche dati comunali, grazie alle quali sarà possibile richiedere appuntamenti, oppure sapere qual è lo status di una pratica amministrativa. Dunque basterà una sola telefonata per ricevere informazioni univoche e coerenti, risparmiando tempo.
Nel 2012 verranno posizionati nei luoghi di maggior afflusso di pubblico e in alcune aziende, i cosiddetti Totem, ovvero le postazioni self service alle quali ci si potrà rivolgere per richiedere e ottenere in pochi secondi, certificati anagrafici, inoltrare la pratica di cambio indirizzo, e ancora, prenotare un appuntamento presso alcuni uffici comunali e, in generale, accedere a tutti i servizi offerti dal portale “Torino Facile”. Se fosse uno slogan reciterebbe così: “al Supermercato per un certificato. Un modo semplice, diretto per ottenere indicazioni puntuali, ridurre la distanza tra amministrazione comunale e cittadino.
In ambito 2.0 il Comune di Torino è impegnato a favorire la partecipazione dei cittadini alla vita della Città, aderendo anche ad iniziative nazionali di “Open Government. In quest’ ottica il primo di questi servizi sarà l’imminente apertura del catalogo dei dati della Città secondo la filosofia “Open Data”. Per l’attuazione di questo piano il Comune si avvarrà del supporto tecnico del CSI-Piemonte.
Torino è tra le capitali delle città digitali” , spiega il sindaco Fassino: si è aggiudicata il primato italiano della migliore qualità dei servizi offerti ai cittadini su Internet. Dai certificati d’anagrafe e stato civile al cambio di indirizzo, dall’autocertificazione guidata al pagamento delle multe, fino alla visura della posizione tributaria (Ici, Tarsu, bollo auto): tutto dal proprio computer, senza code agli sportelli. E Palazzo civico vuole di più. «L’obiettivo è portare a casa della gente più servizi possibili – sottolinea il sindaco Piero Fassino – è uno dei punti su cui scommettiamo. Per questo incrementeremo l’e-government. E’ volontà dell’amministrazione rendere più facile l’accesso ai servizi essenziali , una direzione che perseguiamo anche con tutti i progetti Smart City, con l’unico obiettivo di facilitare la vita dei nostri cittadini”.
”Il prossimo 15 novembre a Parma, – conclude il Sindaco – Torino riceverà il Premio per la migliore navigabilità, efficienza e completezza dei servizi realizzati a favore dei cittadini e dei professionisti. Questo dimostra quanto la Città sia attenta alle nuove tecnologie che favoriscono la partecipazione dei cittadini e lo snellimento delle procedure”.
“E’ in costante crescita l’interesse dei torinesi verso le modalità di interazione con il Comune attraverso Internet – commenta l’assessore ai Servizi Informativi Stefano Gallo – sono oltre 66mila i possessori di identità digitale ottenuta grazie alla tessera Torino Facilissima”. Il nuovo portale vocale, in funzione da oggi, permetterà di interagire con i dati dell’Amministrazione. Con il nuovo anno verranno installati i totem nei punti di maggior afflusso come le farmacie comunali, gli uffici postali, i supermercati e luoghi di grande aggregazione così si eviteranno code con snellimento di tutte le procedure”.

Taggato con: