preload
Jun 06


In occasione della solennità del Corpus Domini e della memoria del miracolo eucaristico di Torino, l’arcivescovo emerito, il cardinale Severino Poletto, ha presieduto la celebrazione eucaristica nella quale ha festeggiato il suo 60° anniversario di ordinazione presbiterale. Nominato arcivescovo di Torino nel 1999, Poletto ha guidato l’arcidiocesi fino all’autunno del 2010, quando gli subentrò monsignor Cesare Nosiglia che ha concelebrato la messa.
Al termine della messa si è svolta la processione fino alla Basilica del Corpus Domini dove si è svolta l’adorazione eucaristica.
Presente alla messa e alla processione l’Assessora Sonia Schellino e il Gonfalone della Città di Torino.

Taggato con:
Apr 08



“L’ostensione è essenzialmente un evento spirituale e religioso e non commerciale o turistico”.
Parole dell’Arcivescovo di Torino, il cardinal Severino Poletto, rivolte ai giornalisti presenti nell’aula magna del Seminario Metropolitano nel corso conferenza stampa convocata a 48 ore dall’apertura ufficiale dell’ostensione della Santa Sindone nella cattedrale di Torino, la prima del terzo millennio, all’insegna del motto Passio Christi, passio hominis scelto dall’Arcivescovo per sottolineare come «la passione di Cristo riassuma in sé tutte le sofferenze degli uomini».
Anche per questo è stato forte l’appello rivolto ai pellegrini, quasi un milione e mezzo quelli ad oggi già prenotati. “Il vostro – ha detto il cardinal Poletto rivolgendosi direttamente a loro – è un percorso di fede e di preghiera. Vi invito quindi alla concentrazione e ad evitare, se possibile, di scattare foto o realizzare filmati”.
A sottolineare il valore spirituale dell’ostensione e il clima di raccoglimento in cui si dovrà svolgere la visita, è stato presentato stamani anche il nuovo video di prelettura realizzato per preparare il pellegrino, all’interno del percorso, poco prima del suo ingresso in cattedrale, a contemplare il Telo. «Nel video – ha sottolineato Gian Maria Zaccone, direttore del Museo della Sindone – appositamente realizzato per l’occasione, vengono evidenziati in suggestiva sequenza, della durata di poco più di 3 minuti, i particolari dell’immagine sindonica.
I pellegrini sono così condotti a riconoscere i segni delle percosse sul volto, le lesioni da spine sul capo, le tracce lasciate dal flagello, la ferita al costato, i fori dei chiodi, e permette loro di cogliere con immediatezza, una volta di fronte alla Sindone, la realtà di quell’impronta».
Il filmato è composto da immagini in altissima definizione della Sindone eseguite nel 2008 dalla società Halta definizione di Novara. L’accento sulla collaborazione tra istituzioni è stato posto da Fiorenzo Alfieri.
Un impegno, quello relativo dell’organizzazione della prima ostensione del nuovo Millennio, che – ha sottolineato il presidente del Comitato organizzatore – è stato svolto in piena sintonia tra Chiesa cattolica torinese e amministrazioni pubbliche, dal Comune alla Provincia di Torino, alla Regione Piemonte.
Fiorenzo Alfieri ha ricordato anche che ai visitatori della Sindone, Torino e il Piemonte proporranno numerose iniziative culturali legate all’ostensione, come l’esposizione di pittura antica allestita alla Reggia di Venaria, la mostra Ecce homo del Museo del Cinema, quelle di Palazzo Barolo e di Palazzo Reale.

fonte: TorinoClick

Taggato con: