preload
Lug 09


Con lo slogan “Il domani ci appartiene” è sfilato il decimo Torino Pride 2016. Estremamente soddisfatti gli organizzatori del Torino Pride che quest’anno, in occasione del decennale, ambivano ad avere a sfilare 100.000 persone. In realtà si valuta che l’enorme folla colorata che ha invaso le vie del centro cittadino abbia sfiorato le 120.000 persone. La parata aperta dalla banda della Polizia Municipale è partita da Piazza Statuto poco dopo le 17. Dietro allo striscione del Torino Pride con gli organizzatori, moltissimi esponenti politici fra cui la sindaca Appendino, l’ex sindaco Fassino, il presidente del Consiglio Regionale Mauro Laus, le assessore regionali Antonella Parigi e Monica Cerutti, l’europarlamentare Daniele Viotti, i neoassessori della Citta di Torino Marco Alessandro Giusta (pari opportunità) e Stefania Giannuzzi (ambiente), Alberto Sacco (commercio), i senatori Alberto Airola e Magda Zanoni, la deputata Anna Rossomando, il consigliere regionale Marco Grimaldi, le consigliere comunali Chiara Foglietta e Maria Grazia Grippo e molti altri e molte altre.

Molte anche le personalità cittadine presenti fra cui Bruno Segre, Chiara Saraceno, Alba Parietti e Beatrice Merz.

La sfilata è proseguita finop in piazza San Carlo cornice dell’happening musicale condotto da Platinette che il Torino Pride ha offerto alla cittadinanza con ingresso gratuito e a cui hanno partecipato fra gli altri: Dolcenera, Levante, Carlo Gabardini, il coro del Teatro Regio e molti altri. Tutti gli artisti hanno percepito, in sostegno alla causa, il solo rimborso spese.

Taggato con: