preload
Apr 12


Il lancio di centinaia di palloncini gialli, musica, cori allegri e assordanti, un “ciaooooooo” urlato da 400 voci infantili. A pochi giorni dalle festività pasquali, bambini e bambini dell’Istituto comprensivo “Vittorino da Feltre” hanno voluto portare il loro saluto di pace e speranza ai loro coetanei ricoverati presso l’Ospedale Infantile Regina Margherita.
Accompagnati dalle loro insegnanti e dal personale scolastico, i piccini, preceduti dalla Filarmonica di Moncalieri e dalla Banda di Nichelino, hanno marciato per le strade del quartiere Lingotto sin davanti al nosocomio pediatrico, dalle finestre del quale tanti bimbi ricoverati hanno seguito la festa, partecipando anch’essi al lancio dei palloncini, con appeso un messaggio di pace realizzato dai ragazzi, che l’ha conclusa.
La giornata è stata decorata dal clown Cesare Carbonari e dalle bolle di sapone della Fabbrica Di Bolle di Davide Baldassarri.
Il vicepresidente vicario del Consiglio comunale Enzo Lavolta ha rivolto a tutti i presenti il saluto della Città di Torino e della sindaca Chiara Appendino, definendo l’iniziativa dei bambini “una marcia contro le ingiustizie e le differenze, contro le guerre che affliggono l’umanità e tante vittime provocano anche tra i bambini”.
La manifestazione, un vero abbraccio di massa tra bimbi di ogni etnia, ha infatti concluso un progetto scolastico dal titolo “ProgetTIAMO la pace”. anche varie associazioni hanno sostenuto l’iniziativa, dall’Unione Genitori Italiani all’Azienda Ospedaliera OIRM-Sant’Anna, Lions Club Torino 2 e altre.

Taggato con:
Nov 06


L’edizione 2016 – dal 3 al 6 novembre – è stata caratterizzata da diverse novità volte a rafforzare l’unicità della fiera e renderla un evento culturale unico nel suo genere. The Others quest’anno ha lasciato lo spazio dell’ex struttura carceraria Le nuove per l’ex Ospedale Regina Maria Adelaide, un cambiamento nella natura stessa della fiera che diventa un evento itinerante nomadico, che occuperà di volta in volta spazi anticonvenzionali, spesso in disuso, contribuendo alla riattivazione degli stessi.

L‘ex Ospedale Regina Maria Adelaide, in Lungo Dora Firenze 87, si compone di tre ali collegate da corridoi e si affaccia su un vasto cortile; chiuso nel mese di aprile di quest’anno, è stato un centro traumatologico di eccellenza, tra i primi ad introdurre i servizi di rieducazione e riabilitazione negli anni ’60.

The Others, alla sua sesta edizione quest’anno, ha ospitato spazi profit e no-profit con programmi dedicati ai giovani artisti: gallerie emergenti, centri no profit, spazi espositivi, fondazioni, associazioni, collettivi di artisti o curatori e spazi artist-run spaces focalizzati sulla promozione e sullo sviluppo del panorama artistico emergente. Inoltre, collaborazioni con progetti editoriali, premi d’arte, residenze per artisti, accademie d’arte e spazi di design autoprodotto rendono The Others una fiera con un punto di vista sull’arte a 360 gradi.

www.theothersfair.com

Taggato con: