preload
Sep 27


This video was embedded using the YouTuber plugin by Roy Tanck. Adobe Flash Player is required to view the video.

Venerdì Piazza Castello ha ospitato l’8a edizione della Notte dei Ricercatori a Torino, evento, promosso e finanziato dalla Commissione Europea, in Piemonte è organizzato da Centro Interuniversitario AgorĂ  Scienza, UniversitĂ  e Politecnico di Torino, UniversitĂ  del Piemonte Orientale, UniversitĂ  di Scienze Gastronomiche, Associazione CentroScienza Onlus e Creativa Impresa di comunicazione. La Notte si è svolta contemporaneamente in oltre 300 cittĂ  europee, creando un’occasione di incontro tra i ricercatori e il pubblico di tutte le etĂ  in un’atmosfera informale e gioiosa.
A Torino piĂą di 500 i ricercatori degli Atenei e dei Centri di Ricerca piemontesi sono scesi in piazza per raccontare ai cittadini, adulti e bambini, la grande avventura della ricerca. Comunicare per condividere una passione è la parola d’ordine di questa edizione: i ricercatori mostreranno al pubblico i retroscena di un lavoro affascinante eppure poco conosciuto e, grazie all’iniziativa Facce da Ricercatori.
Esperimenti, laboratori a cielo aperto, test di prototipi, giochi, spettacoli e performance dal vivo hanno animato gli oltre 50 stand aperti al pubblico a partire dalle 17.
Nelle immagini del fotoblog l’apertura degli stand nel pomeriggio e le immagini del Rally della Scienza che ha celebrato il bicentenario della morte di Joseph Louis Lagrange.

Taggato con:
Sep 11


In occasione della partita della Nazionale di calcio (vittoria per 2 a 1 contro la Repubblica Ceca che qualifica gli azzurri ai prossimi mondiali), in piazza San Carlo è stata allestita un’area con mini campo da calcio e strutture gonfiabili predisposte per formare il Villaggio Vivo Azzurro.
Promuovere i valori della maglia azzurra e del fair play attraverso attività sportive e di intrattenimento gestite dalle Scuole Calcio locali: questo in estrema sintesi è lo spirito con cui vengono proposte queste attività. I ragazzi suddivisi in gruppi hanno disputato mini partite di calcio, giochi sportivi della tradizione italiana (tiro alla fune, etc.), tiri in porta nei gonfiabili, tornei di biliardino e subbuteo.

Taggato con:
Jun 17


Torino è tra le città italiane a conferire la cittadinanza civica ai bambini stranieri nati nel suo territorio.

Il Sindaco di Torino Piero Fassino ha presentato stamattina a Palazzo Civico l’iniziativa Cittadinanza Civica, patrocinata dal Comitato Italiano per l’Unicef, dedicata a tutti i piccoli nati a Torino che, figli genitori stranieri, non sono in possesso della cittadinanza italiana.

Il Consiglio comunale di Torino, il 17 dicembre 2012, ha approvato la delibera per modificare l’art. 7 Cittadinanza Onoraria, Sigillo Civico e Cittadinanza Civica del proprio Statuto. Con l’introduzione del comma 5 si attribuisce la cittadinanza civica a tutti i bimbi nati nel capoluogo piemontese e che non sono in possesso della cittadinanza italiana.

L’attestato non ha valore legale per l’attuale legge italiana, che non riconosce il diritto alla cittadinanza ai bambini nati in Italia da cittadini stranieri residenti in un determinato Comune.
A Torino ci sono circa 150.000 stranieri, che costituiscono il 17% della popolazione. Ci sono comunitĂ  importanti come quelle romena, albanese, nordafricane, sudamericana, cinese e i bambini nati qui sono in numero crescente.

Il riconoscimento dovrà essere accettata dall’interessato o da chi ne ha la tutela legale e conservata in un apposito albo.
La cerimonia di consegna dell’atto ai bambini si svolgerà domenica 23 giugno 2013 alle 17.30 nella Villa della Tesoriera, in corso Francia 186 nel corso della festa Tutti i colori dei bambini. A sottolineare l’importanza dell’iniziativa, alla manifestazione sarà presente il Ministro per l’Integrazione Cécile Kyenge.
“Con la consegna dei primi attestati simbolici, domenica pomeriggio, – ha sottolineato il Sindaco – si concretizza un provvedimento voluto dal Consiglio Comunale, che prende atto di questo cambiamento demografico e lo rende visibile e riconosciuto, perchĂ© c’Ă© contraddizione tra il quadro legislativo esistente e la nuova configurazione demografica del Paese”. “Gli attestati andranno a circa 800 bimbi nati dopo il 17 dicembre 2012 – ha continuato Fassino – data in cui il Consiglio comunale ha appunto introdotto nello statuto della CittĂ  il riconoscimento simbolico della ‘cittadinanza civica’. La nostra iniziativa è stata apprezzata dal Ministro CĂ©cile Kyenge, che ha deciso di partecipare all’evento, inserito nei festeggiamenti di San Giovanni, il Santo Patrono di Torino.

Taggato con: